Verisure: Antifurto smart

antifurto


Il pensiero di ricevere la visita dei ladri vi sta togliendo il sonno come al povero Kevin McCallister in “Mamma, ho perso l’aereo”? Ormai dedicate il vostro tempo libero alla continua ricerca di stratagemmi per imbrogliare i topi d’appartamento? Certo, dovrete ammettere che lasciare la musica accesa o far ballare dei manichini cartonati dietro le tende non è bastato a mettervi al riparo da catastrofiche intrusioni. È bene, inoltre, considerare che non tutti i malviventi sono imbranati come il buffo Joe Pesci della celebre commedia e che le conseguenze delle rapine possono essere anche molto gravi.

Tutti noi abbiamo a cuore la nostra sicurezza personale e cerchiamo di escogitare infallibili metodi per impedire ai ladri di introdursi nelle nostre abitazioni. Oltre a provocare ingenti danni materiali, molto frequentemente questi eventi causano anche danni psicologici ai malcapitati. Le vittime possono persino arrivare a sviluppare la sindrome da stress post traumatico, condizione patologica responsabile di notevoli limitazioni alla normale routine quotidiana.

I ladri moderni sono molto più attrezzati, spietati e colpiscono sia persone benestanti che umili, nella speranza di riuscire a rubare qualunque tipo di refurtiva.

La domotica applicata alla sicurezza fornisce un supporto sempre più efficace nella lotta alla criminalità ed è in costante aumento il numero di persone che scelgono di affidare la propria tranquillità a innovativi antifurti smart. Questi sistemi di sicurezza sono particolarmente efficaci in quanto garantiscono molteplici azioni: azione dissuasoria, capace di mettere in fuga i malviventi prima che questi entrino nell’abitazione; azione d’intercettazione, capace di fermare gli intrusi all’interno e all’esterno di casa e ufficio; azione di identificazione per immagini; azione di protezione personale e di risposta in 60 secondi con l’eventuale intervento delle Guardie Giurate.

L’installazione di questi dispositivi è importante, ma talvolta non sufficiente a garantire una completa copertura. Ecco quindi alcuni piccoli accorgimenti, tanto semplici quanto efficaci, da adottare per sentirsi più al sicuro:

  • Attenzione agli abbonamenti: evitate di far recapitare le copie dei giornali a cui siete abbonati nei periodi in cui siete altrove, magari per le vacanze estive. Le troppe copie accumulate potrebbero suggerire ai ladri che siete lontani da casa e offrire loro l’opportunità di mettere a segno il colpo.
  • Scegliere chiavi moderne: meglio adottare chiavi a duplicazione controllata, cioè non riproducibili presso qualsiasi ferramenta, ma solo in centri specializzati che chiederanno al proprietario di giustificare formalmente la richiesta di copia.
  • Meglio privilegiare inferriate sicure, oltre che eleganti:esigenze estetiche, talvolta, portano a scegliere sbarre sottili e molto distanziate per accrescere la quantità di luce nell’abitazione, ma è bene sapere che questa soluzione non garantisce una sicurezza adeguata e completa.
  • Attenzione ai social network: geo-localizzare in tempo reale le foto appena pubblicate può far lievitare il numero di follower ma anche la probabilità di essere rapinati. È bene ricordare che anche i commenti sono geo-localizzati, quindi meglio disattivare completamente questa funzione quando si è lontani da casa.
  • Proteggere il proprio passato: in caso di furto, non tutto può essere ricomprato. Meglio evitare di conservare i ricordi personali, come le fotografie, nella sola memoria del computer. Averne anche altre copie vi metterà al riparo, nel caso in cui un ladro si impossessi del vostro PC.