Notizie.it logo

Urban Strangers, il sold out al Memo Club

urban strangers

Gli Urban Strangers sono un duo italiano che si è formato nel 2012 e che sta ottenendo grande popolarità. Conosciamoli meglio.

Gli Urban Strangers hanno registrato il sold out al Memo Club. Ma chi sono e quali sono i loro progetti futuri? Ripercorriamo le tappe principali della loro carriera, considerando anche la partecipazione al programma televisivo X-Factor 9.

Urban Strangers

Chi sono gli Urban Strangers? Si tratta di un duo musicale italiano, dal genere chiamato “elettropop”. Originari di Somma Vesuviana, hanno creato il gruppo nel 2012 e sono noti per essere arrivati secondi alla nona edizione del talent show X Factor.

Il duo è formato da Alessio Iodice, meglio noto coma Alex TheBug e da Gennaro Raia, detto Genn Butch. Nei concerti live si aggiungono altri due membri: Raffaele Ferrante detto Rufus e Giuseppe Conte detto Peppe Pleiam LaStrada. Inizialmente si sono formati nella loro zona, iniziando a calcare alcuni palchi della Campania. Successivamente, una casa discografica si accorge di loro e offre loro la possibilità di comporre dei brani inediti.

Da lì inizia la loro scalata: nel 2015 esce il loro primo singolo, Empty Bed, con tanto di video ufficiale.

Esce poi il loro primo Ep, chiamato proprio Urban Strangers. Nel 2015 fanno parte di X-Factor 9, dove arrivano secondi. Nella categoria delle Band, sono capitanati da Fedez. Nel corso del programma fanno uscire altri brani. La loro popolarità cresce in maniera esponenziale proprio grazie ad X-Factor 9. Il loro primo album contiene sei pezzi: Last part (versione acustica), White wood, Urban stranger, Empty Bed, Should envy us, Last part.

Nell’ottobre del 2016 fanno uscire il loro secondo album, intitolato Detachment. Il disco è anticipato dal singolo chiamato Bones, uscito sul loro canale Vevo nel settembre. A marzo 2017 esce un nuovo singolo, chiamato Stronger. Il nuovo disco consta di ben 12 tracce, intitolate: No electric, Stroger, Bones, My Fault, 5, Warrior, Leaf, Bare black tree, So, Rising, Medical, Intro.

Che tipo di canzoni sono? Vediamole nel dettaglio. La prima è quella che rappresenta forse meglio il carattere dell’album.

Viene definita dal duo come uno pseudo-intro. La seconda, Stronger, uscita anche come singolo affronta temi importanti come quello della solitudine. Il tema della solitudine fa da padrone un po’ in tutto l’album. Nel testo e nella melodia troviamo stati d’animo riconducibili a questo particolare sentimento.

Bones è, invece, una sorta di viaggio interiore che, in parole e musica, mostra la totale incapacità delle persone a trovare le risposte ai dubbi amletici della vita. My Fault continua sulla falsariga della traccia numero tre. Il tema centrale della canzone è, infatti, l’incapacità di accettare di provare ancora dei sentimenti. Si tratta, in pratica, di non saper gestire dei sentimenti, con tanto di senso di colpa che, quindi, ne deriva da tutto ciò.

Il continuo di My Fault è 5, il momento preciso in cui si accetta il problema. Warrior è un pezzo piuttosto datato e, infatti, sembra avere un testo un po’ più immaturo rispetto ai precedenti.

Rappresenta un po’ tutte le emozioni e le paure che il duo ha dovuto affrontare prima di salire sul palco di X-Factor 9.

Il brano Leaf ha un testo particolare ed è tratto da una storia vera. Parla di una persona che ha affrontato alcuni tipi di difficoltà nel corso della vita. Ciò ha portato a non sentirsi più parte di un qualcosa di completo. Bare Black Tree affronta il tema della droga, inteso come visione distorta della realtà. Non si tratta di droghe pesanti, bensì di droghe leggere come la marijuana. L’albero nero spoglio, in questo senso, non è altro che un luogo immaginario, dove il protagonista della canzone si rifugia, facendo finta che vada tutto bene.

La nona traccia è So. E’ un testo che mette in evidenza la paura del nuovo, inteso come qualcosa che non si conosce. Invece di accettare gli aiuti, la persona sceglie di non ammettere di avere bisogno di qualcuno.

Rising è il continuo di So. Si tratta di una versione leggermente più matura, in cui la persona sceglie di fermarsi per combattere. La traccia chiamata Medical è una riflessione sul mondo musicale, un modo per essere distaccati anche quando la persona si trova circondata da molta gente.

Infine, troviamo Intro, che è la vera e propria introduzione dell’album. Si tratta di un pezzo nato durante le prove in studio e che è caratterizzato da strofe molto differenti tra loro, ma legate alla paura e alla riflessione. Nel marzo del 2017 inizia anche il loro tour. Si tratta di una serie di concerti tenuti dal Duel Beat di Napoli. Lo scorso 8 dicembre, gli Urban Strangers hanno tenuto un concerto a Milano, al Memo Club, dove hanno registrato il sold out.

X-Factor 9

Gli Urban Strangers hanno partecipato all’edizione numero 9 di X-Factor. Per un pelo, non hanno centrato la vittoria. Ciò, in ogni caso, è servito loro per acquisire tantissima popolarità, tra i più giovani e i meno giovani. La nona edizione è andata in onda dal settembre al dicembre del 2015 su Sky Uno. Il ruolo di conduttore, come ricorderete, era di Alessandro Cattelan. Al tavolo dei giudici abbiamo visto i cantanti Mika e Fedez, con tanto di ritorno di Elio (di Elio e le Storie Tese) e l’arrivo di Skin.

E’ la prima volta dove i giudici sono tutti cantanti. Si è trattato di un’edizione molto particolare, tanto da essere definita come X Revolution. Ciò ha portato all’ampliamento della categoria Gruppi Vocali e, per la prima volta, ha permesso l’ingresso anche alle band musicali, a patto che avessero almeno un cantante che faceva parte del gruppo. La particolarità ha fatto sì che la versione italiana di X Factor sia diventata la prima al mondo ad introdurre dei complessi musicali.

Questa edizione ha visto Mara Maionchi ricoprire il ruolo di conduttrice del talk show Xtra Factor, assieme ad Alessio Viola. Ricordiamo che l’edizione è stata vinta da Giosada, nome artistico di Giovanni Sada, concorrente degli Over 25 di Elio. Il ragazzo ha ottenuto un contratto con la Sony di ben trecentomila euro.

Il non aver vinto l’edizione numero 9 di X Factor non ha deluso il duo campano. Come hanno fatto sapere successivamente in alcune interviste, infatti, gli Urban Strangers sono stati lo stesso contenti del risultato che hanno raggiunto. “Siamo piccoli e dobbiamo crescere”, hanno fatto sapere successivamente. In ogni caso, il duo è più che mai certo che la loro fortuna non sarà tanto in Italia, quando all’estero. E’ forse proprio per questo che hanno deciso di cantare in inglese: per avere maggiori chance con il pubblico straniero. In ogni caso, l’edizione numero nove di X Factor è stato senza dubbio un grande trampolino di lancio. Il fatto di aver registrato poi il sold out in un posto importante come il Memo Club fa capire che, in ogni caso, anche in Italia hanno conquistato la loro fetta di pubblico.

Progetti futuri

Al Memo Music Club, gli Urban Strangers hanno davvero registrato il sold out lo scorso 8 dicembre. E’ stato un concerto organizzato dal direttore di All Music Italia, chiamato Massimiliano Longo. La serata ha avuto luogo grazie anche alla collaborazione con Casa Lavica e Make it. E’ stata la prima volta in cui il duo si è esibito live davanti a così tanta gente.

Per ciò che riguarda i progetti futuri, gli Urban Strangers hanno fatto sapere ancora di non avere un’idea chiara. Sono, infatti, ancora alla ricerca di materiale per crescere artisticamente e per cercare di imprimere il più possibile nella gente la loro idea di musica. Tuttora, infatti, hanno scelto di non seguire una vera e propria linea precisa. Sarà il pubblico che dovrà dare loro una definizione, anche perché essi sono ancora alla ricerca di un’identità per potersi ulteriormente migliorare.

Attualmente, gli Urban Strangers hanno fatto sapere di essere al lavoro per preparare un nuovo disco. Stando a ciò che hanno anticipato proprio loro, il disco potrebbe prevedere anche la presenza di un ospite. Vige il massimo riserbo, però, su chi potrebbe essere questo ospite: gli Urban Strangers a questo proposito sono stati molto sibillini.

Si era vociferato della possibilità che gli Urban Strangers potessero partecipare alla prossima edizione del Festival di Sanremo, nel febbraio 2018. In realtà, però, il duo campano non farà parte della manifestazione canora, almeno per questo anno. Gli Urban Strangers sono molto attivi anche dal punto di vista social, come molti sanno. I loro account, infatti, sono sempre molto aggiornati. Basti pensare che l’account ufficiale di Instagram ha ben 159000 follower. L’account pullula di foto che ritrae la band durante i loro concerti.

I fan sembrano particolarmente apprezzare questo genere di foto e, infatti, spesso si catapultano a commentare le foto dei loro beniamini, pienandoli di apprezzamenti e di complimenti. Anche la pagina ufficiale di Facebook è sempre molto aggiornata e può vantare ben oltre 125.000 like. Presente anche un account degli Urban Strangers anche su Twitter, che può vantare ben oltre quarantamila follower.

© Riproduzione riservata
Leggi anche