Notizie.it logo

La moda cinese arriva in Italia: i must have

moda cinese

La moda cinese si sta affermando sempre di più anche nel nostro paese. Ecco i brand più famosi e i capi must have

Fino a qualche tempo fa si guardava con molto scetticismo alla moda cinese. Ad oggi, però, qualcosa sta cambiando. Gli stilisti dagli occhi a mandorla non sono più considerati coloro che copiano gli stili e le tendenze dei colleghi più illustri, ma stanno acquisendo pian piano uno spazio tutto loro all’interno del mondo della moda. Quali sono i must have? Quali i brand che vanno per la maggiore?

La moda cinese

Siamo nel 2019 e finalmente anche la moda cinese ha trovato un proprio modo di esprimersi. Pian piano, la Cina è riuiscita ad affermarsi e a diventare uno dei territori più fertili e dinamici a livello globale per la sperimentazione del fashion. Non è un caso, infatti, se nelle ultime sfilate di giugno del Pitti Uomo, alcuni brand cinesi, come Pronounce di Yushan Li e Jun Zhou e 8ON8, hanno sfilato per la prima volta in passerella. L’Italia sta guardando sempre con maggiore interesse alla moda del Far East e spesso i designer che propongono i loro capi hanno studiato in Europa e conoscono bene i giusti occidentali in fatto di tessuti e modelli.

Molti degli stilisti cinesi sono riusciti ad unire la cultura e la tradizione orientale con il lifestyle occidentale e hanno dato vita a capi unici. Quali sono i must have? Quali i brand che vanno per la maggiore?

Pronounce di Yushan Li e Jun Zhou

Pronounce è stato fondato da Yushan Li e Jun Zhou alla fine del 2015. Il primo ha studiato alla Central Saint Martins di Londra e ha lavorato per Yeezy, il marchio di Kanye West, mentre il secondo si è diplomato all’Istituto Marangoni per poi specializzarsi a Londra.

pronunce

Intervistati da Vogue, gli ideatori di Pronunce hanno dichiarato: “I nostri disegni sono influenzati dalla vita quotidiana, dalla danza, dall’arte contemporanea e anche dalla musica. Inoltre ci influenziamo l’un l’altro perché siamo un un duo di stilisti, ci ispiriamo a vicenda sotto differenti aspetti ogni giorno. Siamo persone di emozione e riflettiamo queste percezioni nei nostri lavori”.

pronunce

I capi proposti da Pronunce osano con i colori, propongono stampe dai toni orientali e hanno un taglio diverso rispetto a quello che ci propongono gli stilisti di casa nostra.

pronunce

Uma Wang

Uma Wang è stata inclusa da Business of Fashion nella lista delle 500 persone più influenti al mondo nell’industria di moda globale.

uma wang

Il brand ci propone colori e modelli molto diversi da quelli dei colleghi di Pronunce.

uma wang

Tonalità tenui e mai accentuate, capi over size e mai aderenti. Forme morbide e mai lineari.

uma wang

Percy Lau

Percy Lau è specializzato in eyewear.

percy lau

Il brand ci propone occhiali da sole e da vista con montature particolari.

percy lau

Montature leggere, con uno stile retro’ e dalle forme più disparate.

percy lau

Annakiki

Il brand Annakiki, creato da Anna Yang è quello che propone capi più ricercati.

annakiki

Via libera ai colori e ai modelli più vari.

annakiki

Abiti sia aderenti che over size, giacche classiche e contemporanee, pantaloni skinny e baggy.

annakiki

Miasuki

Il brand Miasuki fa capo a Mia Lei e propone capi che si avvicinano molto alla nostra tradizione.

miasuki

L’ispirazione di fondo è data dall’abbigliamento tecnico da equitazione, per cui i pantaloni, le giacche e gli abiti sono tutti molto aderenti.

miasuki

Uno stile sportivo, che con gli accessori giusti può diventare perfetto anche per una serata particolare.

miasuki


© Riproduzione riservata
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche