Zucchine ripiene: consigli utili per la ricetta alla ligure

zucchine ripiene

Le zucchine ripiene sono un tradizionale piatto della cucina ligure, ma non solo. Ecco alcuni consigli utili per prepararle. Che ingredienti ci vogliono e come impiattarle? Si abbinano, inoltre, molto bene ad alcuni tipi di vini italiani.

Ricetta zucchine ripiene alla ligure

Per la ricetta delle zucchine ripiene alla ligure, è necessario lavare queste e farle bollire in acqua salata per circa 10 minuti, avendo cura di cuocerle intere. Nel frattempo si taglia il pane, ben raffermo, a quadratini, lo si pone poi in una ciotola, assieme al latte, e si lascia ad ammollare, in modo che diventi molto morbido.

Puliamo bene le cipolle bianche e le tritiamo ben fini. Tritiamo anche le acciughe, che andranno prima ben scolate dall’olio di conservazione. Bagniamo una padella con 2 cucchiai abbondanti di olio e facciamo soffriggere attentamente la cipolla e le acciughe, a fuoco basso.

Mescoliamo di tanto in tanto e, inoltre, aggiungiamo dell’acqua, se necessario.

Nel frattempo, andiamo a scolare le zucchine e le mettiamo a bagno in acqua ben fredda o, meglio ancora, acqua e ghiaccio, in modo tale che esse non perdano il loro bel colore verde. Spuntiamone in seguito le estremità ed andiamo a tagliarle a metà, per il lungo.

Svuotiamo le zucchine dalla polpa ed uniamo questa al soffritto di cipolla e acciughe, facendo cuocere per alcuni minuti. Nel frattempo, tritiamo il tonno sgocciolato, i pinoli, i capperi dissalati ed il pane.

Mettiamo poi nel mixer assieme al composto di cipolle, aggiungiamo anche il parmigiano, le uova ben sbattute, un pizzico di sale, un pizzico pepe, qualche foglia di timo, il pangrattato ed infine mescoliamo molto bene il tutto.

Andiamo a riempire successivamente le zucchine con il composto ottenuto, mettiamole poi in una teglia, unta con un velo d’olio extravergine d’oliva, spolveriamo con pangrattato e cuociamo in forno a 250°, fino a che non si sarà formata una crosticina dorata.

Il composto di zucchine dovrà risultare ben compatto, ma si dovrà fare attenzione affinché questo non sia asciutto.

Se non vogliamo usare uno scavino, si può pensare di svuotare le zucchine lessate dalla loro polpa utilizzando un cucchiaino.

Non si deve, però, esagerare troppo nel togliere la loro polpa. Queste zucchine, infatti, non devono essere troppo sottili, altrimenti si potrebbero rompere. Se si vuole, infine, evitare di ungere la teglia con olio d’oliva, si può pensare di foderarla con della carta da forno.

Ingredienti per le zucchine ripiene alla ligure

Per ciò che riguarda gli ingredienti per preparare le zucchine alla ligure, essi sono:

  • 700 g di zucchine;
  • 60 g di cipolle;
  • 2 uova;
  • 40 g di pane raffermo;
  • 8 g di capperi sotto sale;
  • 20 g di pinoli;
  • 50 g di parmigiano grattugiato o da grattugiare;
  • 30 g di olio d’oliva;
  • sale e pepe, quanto basta;
  • 10 g di acciughe;
  • 60 g di latte intero;
  • 150 g di tonno sottolio sgocciolato;
  • 1 cucchiaio di timo in polvere;
  • 60 g di pangrattato.

Impiattare zucchine ripiene

Impiattare le zucchine ripiene è il procedimento finale della ricetta.

Possiamo porle tutte ben stese su un grosso piatto da portata e decorare, ad esempio, con strisce di zucchina cruda, affettata con l’aiuto di un pelapatate.

Andranno bene, per decorazione, anche dei pomodorini Pachino interi o tagliati a metà, a seconda del nostro gusto personale.

Si consiglia di consumare il piatto appena pronto. Eventualmente, però, si può conservare l’intera preparazione in frigorifero per circa un paio di giorni, in un contenitore ben chiuso in modo ermetico. La congelazione, però, è sconsigliata.

Vino da abbinare

Un prosecco potrà andare benissimo ma, se vogliamo essere proprio precisi, è meglio abbinare un vino che proviene dalla Liguria, come un bianco delle Cinque Terre, un bianco della riviera di Ponente o di Levante, la cosiddetta bianchetta genovese, oppure un pigato.

La ricetta ligure delle zucchine ripiene, come tutte le altre, ha senza dubbio un vino da abbinare. Qual è? Essendo un secondo piatto delicato e leggero, che non presenta elementi proteici come la carne, ma soltanto il tonno, si può pensare di abbinarlo ad un vino bianco, leggero e, eventualmente, anche frizzante.

Se lo preferite, andrà bene anche fermo.

Si tratta di un antipasto, oppure di un secondo piatto leggero, volendo anche adatto all’alimentazione di tipo vegetariana. Ogni famiglia ligure ha la sua versione riguardo la ricetta ma, in ogni caso, ne esistono alcune che sono più classiche di altre e che si avvicinano alla ricetta tradizionale, delle massaie di una volta.

Al posto delle zucchine, si può pensare di utilizzare delle melanzane, ma anche dei peperoni. Tutto sta al proprio gusto personale.

In alcuni casi, al posto del tonno viene utilizzata la carne macinata. In questo modo, diventa un piatto non tanto della tradizione ligure, ma più emiliano, toscano o comunque del centro Italia. Si va, quindi, a sostituire il tonno con della polpa di macinato di vitello sceltissimo.

AMAZON - KINDLE Amazon Kindle Paperwhite 6 6" Touch Screen 4gb ...
437.99 €
DeLonghi En80.Cw Inissia Nespresso Crema
49.99 €
Panasonic MJ-L500 Estrattore di succo 150W Nero, Argento ...
129.9 €
Huawei P10 Lite 32GB 3GB Ram Blue
215 €
Leggi anche