Home » Televisione » Vecchi media » X Factor, il giocattolo si è rotto? Solo due milioni di spettatori…delusi

X Factor, il giocattolo si è rotto? Solo due milioni di spettatori…delusi

| | ,

X Factor ottiene il record di programma più recensito e meno visto della tv italiana.

L' auditel è impietoso, il giocattolo si è rotto.

Motivo?

Lo ipotizzo in modo critico più giù: il programma ha tradito il patto fiduciario con ogni singolo spettatore, che nell'era dell'interattività e del protagonismo della "gggente" si sentiva coinvolto, investito di autorità e giocava a fare il giudice.

Il "popolo sovrano" ha ora capito che il format è congegnato in modo tale da escluderlo dall'effettivo potere decisionale.

Ma partiamo dai fatti.

La puntata di ieri ha avuto una media di 2.136.000 ascolti ed uno share dell'11,41%. L'anteprima è stata vista da 1.993.000, 6,97%.

I concorrenti hanno fatto tutti meglio: la partita Italia-Cipro su Rai Uno (7.229.000 ascolti), il varietà Chi ha incastrato Peter Pan? condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti (6.979.000), Ballarò (4.216.000), i film su Italia Uno (2.800.000) e, ebbene sì, Retequattro (2.208.000).

Sotto la soglia di Rete 4, il coma rischia di divenire irreversibile.

Che succede?

Rileggo le critiche scritte su Format e mi accorgo con un pò di soddisfazione di aver previsto la crisi.

In vari post ho valutato le tare che avrebbero potuto rovinare l'appeal di questa gara prima tanto attesa.

Due, su tutte.

La defezione di Simona Ventura, un grave danno che in tanti invece minimizzavano.

E la perdita di credibilità dei giudici, che hanno l'attenuante di essere prigionieri di un ingranaggio schizofrenico che li costringe a sdoppiarsi per seguire due strade divergenti: una, insegue la meta di valorizzare i talenti, l'altra di massacrare i talenti dei giudici avversari.

Il format impone questo gioco perverso: è il suo pregio e il suo limite.

Morgan ha marciato meglio dei colleghi in questo ambiguo terreno, abusando talora della fiducia della gente. Che non è tutta colta come lui ma in genere è più furba!

La sensazione è che il pubblico non si senta più padrone del gioco come una volta (di certo si illudeva, ma in tv è importante l'effetto).

I tre giudici godono infatti di una autonomia intangibile.

Fanno quel che vogliono. Il televoto si riduce a simbolica sanzione di manovre predefinite.

Ecco perchè la gente preferisce cazzeggiare nell'era dell'interattività con la grande assente, Simona Ventura.

Scruta sotto le sue gonne o viralizza i suoi errori su Youtube.

L'orfano della compianta Simona, X factor, non sa invece più giocare con il suo pubblico.

E' ormai un dialogo autoreferenziale tra prime donne, anche se sono uomini: alcune/i convinte/i di rafforzare il proprio ego gonfiandolo di aria.

Lo spillo è in agguato.

Alcune/i ammalate/i di narcisistico berlusconismo.

Un programma molto alla moda, in questo senso…

George Clooney: nozze sì, figli no

Uomini e Donne, sesso e share

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.