X Factor 3, ha vinto Marco Mengoni…Di già?

Ed eccoci giunti alla finale di X factor. A furor di popolo, vince Marco Mengoni!

Ops, scusate, stavo mettendo in frigo il post per l'ultima puntata del talent Rai….

Ebbene sì, mi porto avanti col lavoro.

Il limite di questa terza edizione di X factor, infatti, non è la deriva De Fillippiana con l'abuso del conflitto (tra giudici, tra giudici e cantanti, tra giudici e pubblico) come unico espediente spettacolare.

Il problema è che sembra una partita di cui si conosce in anticipo l'esito.

Un Festival di Sanremo di cui si sa prima chi è il vincitore.

Qualche personaggio esiste, ma mancano i concorrenti!

Perchè le Yavanna (che ho stroncato qui in modo iperbolico per aver massacrato Kate Bush) sono un delizioso trionfo di femminilità, un gradevole mix di merletti e modernità.

Ma, come direbbe la imitatrice della Maionchi nel programma di Chiambretti, "come si colloca questo prodottino?".

La loro ostinata permanenza in gara alla ricerca di un impossibile sbocco commerciale aggiunge semmai un tocco di cinematografica suspence al format: "Salviamo le Yavanna", regia di Mara Maionchi, è un film non meno epico di "Mission impossible" con Tom Cruise.

Perchè Silver è simpatico e piace alle ragazzine, ma più che un cantante di musica leggera, che ha pur sempre un peso specifico, andrebbe iscritto nella categoria "musica bolla di sapone": non rimane nulla delle sue performaces.

Perchè Giuliano ha una voce speciale, ma quoto Matteo quando afferma che il nuovo entrato non riesce ad alimentare l'appeal: più lo ascolti meno ti affascina.

La sua timbrica tende all'obsolescenza.

Perchè Chiara è brava, ma banalmente pausiniana, secondo felice definizione del critico Ernesto Assante.

Il limite di X Factor 3 è dunque uno solo.

Il vincitore non può che essere lui, l'inarrivabile Marco Mengoni .

Su Format lo sosteniamo sin dalle prime puntate.

Morale: se non esiste -almeno- un avversario valido di Marco, se il format non genera un conflitto agonistico ,oltre che parolaio, che gusto c'è a seguirlo?
P.S. Per dovere di cronaca, come si può vedere nel filmato, ieri non ha cantato benissimo, è stato impreciso in alcuni momenti. Ma nonostante tutti gli errori…non c'è gara!

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Nicole Kidman e Elisabetta Canalis: una sfida a colpi di seduzione

Nemico Pubblico: Johnny Depp rapinatore di banche nell'America degli anni 30

Leggi anche
Contents.media