Notizie.it logo

Utero retroverso: come influisce sui rapporti sessuali

utero retroverso

L'utero retroverso non compromette la fertilità. In alcuni casi, però, può provocare rapporti sessuali. Come comportarsi in questi casi?

L’utero retroverso influisce sui rapporti sessuali? Generalmente, la posizione più frequente è quella dell’antiverso, ovvero rivolto verso la vescica. Ci sono, però, delle donne che lo presentano retroverso. Cosa vuol dire?

Che cos’è l’utero retroverso

L’utero retroverso è presente in circa il 20 o 25% delle donne. Si tratta di un’anomalia della posizione dell’utero nel corpo che, però, non presenta rischi per la salute, né è un ostacolo per una eventuale gravidanza.

Nel caso di utero retroverso, questoè rivolto al contrario rispetto alla posizione che dovrebbe avere, ovvero rivolto verso il retto. Non vi è presenza di sintomi: si capisce da un’ecografia pelvica, che viene effettuata da un ginecologo.

La retroversione può essere di due tipi: primaria o secondaria. La prima vuol dire che l’organo ha assunto in modo del tutto naturale questa posizione durante lo sviluppo.

Se è secondaria questa anomalia, chiamata anche acquisita, significa invece che l’utero era inizialmente antiverso e che successivamente ha cambiato posizione a causa di un’anomalia appunto, che può essere un’aderenza oppure un fibroma.

A volte, nel periodo post parto possono apparire retroversioni secondarie.

Ciò dipende dai legamenti dell’utero, che possono distendersi o lacerarsi. In alcuni casi, molto rari, si ricorre alla chirurgia per correggere la posizione dell’utero. Dopo una gravidanza, infine, l’utero tende a regolarizzarsi ed è possibile che da retroverso si possa raddrizzare, in maniera autonoma.

Oltre all’utero antiverso o retroverso, esiste un altro tipo di utero: quello retroflesso. E’ piuttosto raro e si presenta alle ecografie come inclinato verso la schiena.

Migliori posizioni sessuali per l’utero retroverso

Quali sono le posizioni sessuali migliori per l’utero retroverso? Non esistono, in realtà, posizioni migliori di altre. Si possono avvertire dei dolori oppure no, a seconda delle posizioni che vanno a coinvolgere i legamenti che dall’utero si spostano verso l’osso sacro.

In genere, la posizione in cui la donna si trova sotto, con le ginocchia piegate indietro può essere dolorosa, ma dipende anche qui dai vari casi.

Può essere dolorosa anche la posizione nella quale la donna si trova sopra ma, anche qui, non è certo sicuro, e dipende da donna a donna.

Ne deriva che, quindi, le posizioni migliori in tali casi sono la classica del missionario, quella delle forbici, di lato e da dietro.

Come evitare dolore nei rapporti sessuali con l’utero retroverso

Come evitare, quindi, il dolore nei rapporti sessuali con l’utero retroverso? Intanto, ci sono donne che hanno utero retroverso e non percepiscono il minimo dolore nei rapporti sessuali.

Altre, invece, sì. Le posizioni che coinvolgono i legamenti dell’utero sono da evitare. In alcuni casi, il dolore si prova perché, oltre all’utero, all’indietro vanno anche le tube di Falloppio e le ovaie.

La tendenza di tali organi a spostarsi all’indietro può provocare, in alcuni casi, urti nel rapporto sessuale dalla testa del pene. Questo è un fenomeno che viene definito come collisione dispareunia e può provocare un dolore intenso in alcuni soggetti.

Si deve, però, considerare che sono davvero rari questi casi.

Nel caso in cui, però, la donna avverta dei dolori intensi, è consigliabile cambiare posizione: il rischio, infatti, è quello di provocare la rottura dei legamenti dell’utero.

I dolori durante un rapporto sessuale, nel caso di un utero retroverso oppure no, possono derivare da molti fattori. Infiammazioni o infezioni del tratto urinario o le malattie sessualmente trasmissibili, così come patologie tipo l’endometriosi o la malattia infiammatoria pelvica provocano rapporti sessuali dolorosi.

E’ possibile, quindi, che anche una donna che ha l’utero retroverso senta dolore per altri motivi e non per la sua particolare condizione anatomica. Chi prova dolore durante i rapporti dovrebbe consultare un ginecologo, così da togliersi tutti i dubbi.

Posizioni sessuali migliori per concepimento con utero retroverso

Da sfatare, inoltre, anche la leggenda che vede le donne con utero retroverso come soggetti non fertili. E’ ormai noto, infatti, che anche le donne che presentano questo difetto anatomico hanno la possibilità di concepire, in tutta tranquillità. Esistono delle posizioni sessuali che sono migliori di altre per il concepimento con utero retroverso.

Le migliori posizioni per il concepimento con utero retroverso sono le stesse rispetto a chi possiede un utero antiverso.

Vanno bene il classico missionario, la posizione delle forbici, di lato e la posizione da dietro.

Queste sono tutte posizioni che facilitano la risalita dello sperma verso il collo dell’utero, fino ad arrivare nel punto in cui avverrà la fecondazione dell’ovulo rilasciato dalla donna.

Ne deriva, quindi, che nel caso in cui una donna sia intorno all’ovulazione, esiste la possibilità di essere fecondata dagli spermatozoi.

© Riproduzione riservata
Leggi anche