Ecco come fare uno shatush perfetto in casa

shatush

Per avere capelli schiariti in modo naturale e che ricordino un po’ l’effetto caldo e morbido del sole estivo, lo shatush è la soluzione perfetta. Rivolgersi al parrucchiere è la scelta meno impegnativa ma, se invece voleste provare a fare da sole, ecco qui alcuni consigli pratici sul come affrontare questa ormai famosissima tecnica di tintura.

Ormai è diventato un termine comune tra tutte le ragazze adolescenti che prediligono una particolare cura per i capelli. A diffondere in primis questa nuova moda di portare i capelli, in Italia è stato Aldo Coppola, un famoso hair style italiano. Tra le star è diventato da subito un grande successo. In particolare tra le fan di questo stile c’è la showgirl argentina Belen Rodriguez, la cantante Shakira, la collega Mariah Carey, le due ex veline Melissa Satta e Elisabetta Canalis. Recentemente anche alcuni modelli maschiali hanno cercato di adottare tale tecnica, ma non con tanto successo rispetto alla controparte femminile.

Una moda che non solo spopola tra le star ma anche tra i comuni mortali.

Sono soprattutto le adolescenti a ricorrere a questo tipo di trattamento per donare ai propri capelli un look più luminoso. Un modo anche per farsi notare e assomigliare alle dive da copertina.

Lo shatus è un trattamento utilizzato per schiarire i capelli, dando l’idea di un effetto naturale. È un metodo per schiarire la chioma mettendo in evidenza la ricrescita, a differenza delle meches. L’effetto finale dona lucentezza e permette uno schiarimento dei capelli fino a tre tonalità di colore. Un effetto che ricorda quello prodotto durante l’estate a causa del mare e del sole sulla propria chioma.

Passaggi fondamentali

Come ormai sappiamo bene, lo shatush è una tecnica con cui si schiariscono i capelli con un effetto naturale. La particolarità di tale operazione sta proprio nel concentrarsi sulle lunghezze e le punte, anziché sulle radici. Proprio per questo motivo, si distanzia totalmente dai colpi di sole e dalle tinte tradizionali, passate dalla radice fino alle punte proprio per coprire interamente tutta la capigliatura.

È adatto a tutti i colori di base di capelli, quindi non solo alle castane, e può essere applicato sia su chiome lisce che su quelle più ricce.

Detto questo, prima di iniziare ad applicare qualsiasi tipo di prodotto, bisogna che vi prepariate con tutti gli accessori utili: munitevi di pinze, pettine ed asciugamano da mettere sulle spalle così da evitare di sporcarvi i vestiti. Il primo step, per iniziare il procedimento di schiaritura, è quello di dividere la vostra chioma fluente in quattro parti uguali da tenere ben separate e che dovrete cotonare, una alla volta.

La cotonatura è un passaggio molto importante per la perfetta riuscita dello shatush perché, attraverso questa azione volumizzante, è più facile creare delle sfumature irregolari e che quindi possano dare l’idea di una schiaritura data dal sole e non dalle sapienti mani di un ottimo parrucchiere. Per iniziare il processo bisogna scegliere la parte che si vuole cotonare e dividerla dal resto dei capelli.

In seguito, isolare una ciocca lunga almeno due o tre centimentri e posizionarla in alto, tenendola con una mano. Si inizia così a pettinare i capelli al contrario fino alle radici. Mi raccomando pettinate sempre sul lato all’interno della ciocca. È un metodo utile a dare volume a qualsiasi tipo di capelli, che siano lisci o ricci.

Lo step successivo, nonché quello più importante, è sicuramente quello del: passaggio della tinta. A tal proposito c’è da fare una piccola distinzione: se volete un effetto morbido, applicate la tinta sempre dalle lunghezze alle punte lasciandola in posa per circa un quarto d’ora; invece se volete un effetto particolarmente “strong”, applicate nello stesso modo la tinta lasciando però il colore agire per una mezz’ora.

Attenzione a non lasciare in posa per troppo tempo la tinta, altrimenti correrete il rischio di bruciare i capelli o, nel migliore dei casi, schiarirli troppo. Una volta giunte al termine del periodo di posa del prodotto, ricordate sempre di sciacquare i capelli con la massima attenzione in modo da eliminare tutti i residui in eccesso…

et voilà il gioco è fatto!

Ricordate bene che lo shatush parte da almeno dieci centrimetri dall’inizio della chioma. Dunque, per chi ha i capelli corti è consigliabile aspettare la crescita prima di iniziare questo trattamento, o il risultato potrebbe essere molto deludende.

Il processo in totale è di circa due ore mezza, massimo tre ore. Quindi se dovete trovare il tempo per farvi uno shatush è consigliabile scegliere un giorno o metà giornata in cui siete prive di impegni. Così potrete sfruttare l’occasione anche per rilassarvi un po’.

Il costo dello shatush dipende dai vari saloni e parrucchieri. In generale oscilla dai 60 ai 120 euro. Inoltre, a tale spesa va aggiunto anche il costo della piega e del taglio. Può sembrare una cifra eccessiva, tuttavia stiamo parlando di un effetto che rimane al lungo sui capelli per cui non è da sottovalutare. Infatti, la durata di un buon shatus può arrivare anche a più di due mesi.

Consigli sui prodotti

Per uno shatush perfetto, l’ingrediente principale è il prodotto schiarente.

Nei negozi dedicati, ormai se ne trovano davvero di tanti tipi e per tutte le tasche anche se, quando si tratta di cosmesi, la qualità è da mettere in primo piano. Risparmiare sul prodotto ma incorrere in problemi fastidiosi e dannosi quali eventuali allergie, dermatiti o bruciature, non ha molto senso quindi armatevi di spirito di iniziativa e iniziate a farvi largo tra gli scaffali!

L’Oréal lo sfumato

Nell’universo delle più famose case cosmetiche che possiamo trovate, la L’oréal è quella che garantisce un’ampia scelta di prodotti e linee tra cui, proprio quella che ci permette di creare uno shatush come si deve. Con i suoi “Lo Sfumato Préférence“, L’oréal propone una linea che riesce ad accontentare tutti i gusti. La linea si divide in “Gli Intensi” ed “I Colorati”. I primi garantiscono un effetto più naturale, mentre i secondi, una sfumatura decisamente più forte che va sui toni rossi e ramati perciò… a voi la scelta!

Spatola professionale in legno per tintura e shatush

Una volta scelta la vostra sfumatura del cuore, bisogna ricordarsi di considerare anche lo strumento del mestiere e cioè la spatola professionale per tintura. Quale scegliere? Se avete appena acquistato Lo Sfumato Préférence di L’oréal, non dovete temere perchè all’interno della confezione, trovato l’applicatore a spazzola ultra facile! Basta che mettiate il prodotto direttamente sull’applicatore e lo passiate sulle lunghezze e le punte.

Se invece avete acquistato un altro prodotto privo dell’applicatore, potete rivolgere lo sguardo al mondo del web. Nei maggiori e-commerce, potete trovare diverse tipologie di spatole sia per dimensione che per materiale, a seconda delle vostre esigenze. In linea generale, preferite una spatola di media misura e in plastica perché questo materiale è più facile da pulire e, certamente, non trattiene alcun tipo di sostanze al suo interno.

Lo shatus è un effetto che può essere creato su qualsiasi tipo e colore di capello. Si possono ottenere sfumature sul castano chiaro, castano dorato, biondo aranciato o anche biondo platino. Naturalmente seguite sempre i consigli degli esperti o dei vostri parrucchieri di fiducia. Ad esempio su un capello marrone scuro, è consigliabile utilizzare uno shatus che tenda al biondo miele o per i più coraggiosi al rosso ramato. Nel caso avete una folta chioma mora, optate per il castano o il rosso mogano. Se invece siete biondo cenere allora la scelta sicuramente è da puntare su uno shatush platino.

Naturalmente occorre prestare particolare attenzione alla cura del proprio shatush. Basta idratare le chiome dopo ogni lavaggio e utilizzare i prodotti adeguati. Utilizzate soprattutto degli spray e cere termoprotettive prima di applicare lo styling. Inoltre è consigliabile l’acquisto di maschere per i capelli. Un modo per proteggere e coccolare le vostre chiome durante un momento di relax.

Seguendo questi preziosi consigliati, avrete la certezza di garantire ai vostri capelli un effetto setoso e uno shatush sempre luminoso e dall’effetto duraturo. Tuttavia è consigliabile sempre seguire il parere dell’esperto, soprattutto se si tratta della persona che ha realizzato il vostro shatus. Attenzione ai prodotto che utilizzate! Potrebbe trattarsi di qualcosa di dannoso e pericoloso non solo per i vostri capelli, ma anche per la vostra stessa salute. Diffidate sempre di chi vi propone a prezzi bassi prodotti che offrono grandi aspettative in termini di risultato e qualità. Piuttosto fate riferimento a riviste specializzate e al vostro parrucchiere di fiducia.

Inoltre affidate i vostri capelli solo a professionisti o parrucchieri da cui avete sempre avuto a che fare. Diffidate di parrucchieri low cost che offrono risulti sicuri a prezzi stracciati. Spesso non sono affidabili e potrebbero utilizzare prodotti a basto costo con scarsa qualità finale. Meglio affidarsi a professionisti del mestiere che sapranno anche confidarsi al meglio sul colore da adottare e i prodotti per mantenerlo lucente e di gran lunga durata.

Lo shatush è indubbiamente la tecnica di schiaritura per capelli che affascina moltissime donne ed anche tantissime celebrità da tappeto rosso. Illumina il viso e ingentilisce i tratti del volto, senza essere troppo aggressivo. In realtà, questa tecnica vide i suoi albori qualche decennio va con diverse rivisitazioni però oggi è tornata prepotentemente sulle scene.

Si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di capigliatura e a qualunque colore di base. Perciò, lasciatevi conquistare da queste sfumature solari che potete perfino ricreare nell’intimità della vostra casa senza troppa fatica!

Leggi anche

11/07/2014 0

Ricetta Melanzane Alla Provenzale – Contorno

Ecco una ricetta a base di Melanzane facile e veloce da realizzare, per una cena con gli amici, in famiglia o [...]