Uno, due, tre… stalla: ecco cosa ne pensano i telespettatori

Ieri è iniziato il reality Uno, due, tre… stalla. Grazie a Barbara D'Urso il 20 per cento dei telespettatori italiani è riuscito ad assistere ad una trasmissione che rivoluzionerà i canoni televisivi.

Il reality è diventato real show, amalgamandosi con il varietà al sapor di comic show. Condito con un pizzico di cabaret, accompagnato da un badile di gnocca e arricchito con un po' di sana ignoranza contadina.
Ecco confezionata la minchiata protagonista della collezione primavera estate 2007.

Uè, non prendertela con me Barbara, io ho solo riassunto i commenti dei lettori di Tele dico io, che venendomi incontro hanno guardato la tua trasmissione al posto mio. Fiùùù. Io l'ho scampata.
Avevo annusato odor di letame già in partenza (come quasi tutti i lettori, del resto).

Cara Barbara, se vuoi leggere i commenti alla tua trasmissione li trovi qui sotto. O in questo post. 

Sara ha detto: Non guardo mai i reality, per principio. Preferisco il sano divertimento di un telefilm americano tipo Lost o Cold Case.Stasera però ho fatto un'eccezione e mentre seguivo Lost su Rai2 ho girato per sbirciare questa Stalla.Per curiosità:avevo letto i nomi delle partecipanti(già i nomi erano tutto un programma!),anche se di queste ne conosco(di nome)solo la metà…e non volevo perdermi la possibilità di farmi quattro risate alle spalle di queste gallinelle.:))

E infatti,non mi sono smentita:le poche scene che ho visto sono state ridicole e demenziali,ma anche e soprattutto patetiche. La bionda Fogliani che scivola,casca e ricasca sui tacchi rotti non è un bello spettacolo…eppure c'è chi la chiama "icona della bellezza"…dieci anni di danza e altrettanti di atletica per ridacchiare mezza nuda nella parodia di una stalla nostrana? A quel punto ho staccato,e mi sono gustata Supernatural.Almeno c'è il pretesto di una trama,e gli attori sono bravi.

Gloria ha scrittoIeri sera ne ho visto un pezzetto facendo zapping. Già Striscia la notizia aveva cominciato a parlarne in un inutile servizio di capitan ventosa che spiegava che durante la registrazione c'erano stati problemi tecnici dovuti ai microfoni "nel corso di una nuova trasmissione su canale 5 in onda stasera…"(se non è pubblicità mascherata questa! e il bello è che Ricci aveva appena mandato in onda un servizio sulla pubblicità occulta nel programma "La Vita in diretta").

Poi, nel corso della serata, ho fatto zapping un paio di volte e ho beccato la D'Urso vestita da uomo con un orribile caschetto che intervistava un tizio, penso un contadino, che assomigliava a Pozzetto nel film "il ragazzo di campagna" e diceva cose spiritosissime o almeno così dovevano essere perchè in studio ridevano tutti. Scusate ma non sono riuscita a vedere altro perchè ho cambiato subito canale.

Carmencaro Matteo scusa ma ieri sera c'era Lost e sarebbe stato un reato vedersi questa roba qua..comunque memore del tuo post, quando non giravo nelle pubblicità da Ballarò, giravo alla stalla e ti assicuro che non c'era niente da ridere sul modo di intendere la coltivazione della terra da parte di canale cinque:una improbabile barbara d'urso in versione ancien regime (non so come definirla, sembrava non invecchiata ma vecchiotta) spediva delle bellocce ululanti ad infilar le mani in teche contenenti scarafaggi, serpenti e cose simili: a questo punto oltre alle domande che sempre lost il martedì ci pone, mi viene spontaneo domandarmi: ma questi le colonie di scarafaggi con cui fanno sto tipo di trasmissioni dove le comprano? le allevano in mediaset o cosa? e soprattutto mi chiedo, taricone, per partecipare a un programma simile, che problemi deve aver avuto? dopo aver rifiutato tutto per anni, adesso lo troviamo qua? secondo me o aveva problemi di liquidità oppure comincia ad avere seri problemi di discernimento...

Anto"Si tratta di uno show del tutto innovativo". (???????????)Ieri ho visto solo qualche minuto di questo grande show.di piu' non ce l'ho fatta.Penso che programmi del genere siano un'offesa x il telespettatore,eppure stamattina ho letto che gli ascolti sono stati abbastanza buoni.Allora la strana sono io?

AvanguardHo provato a seguire Un, due tre stella tentando di essere obiettivo ma è impossibile non massacrarlo. Prima di tutto è noioso, infinitamente. E non come può esserlo un reality ma ben di più. Credo che l’esigenza di registrarlo nasca proprio da questa mancanza di ritmo oltre che da un meccanismo a dir poco ostico. La conduzione di certo non aiuta. Il cast ha poco appeal, a partire dalle vallette, assolutamente anonime, difficili da distinguere l’una dall’altra e praticamente sconosciute. I contadini si dividono in due categorie, il simil-tronista, ovvero il belloccio da ripulire e spedire da Lele Mora e la macchietta. La categoria è ridicolizzata e presentata secondo lo stereotipo che vuole il contadino ignorante e impacciato.

La giura non è da meno ed anzi influenza pesantemente il gioco. Perfino Taricone sembra aver perso la sua verve in quel contesto. Le prove e i giochi ricordano la Talpa e la Buona Domenica Columbro-Cuccarini e il risultato neanche a dirlo è pessimo o meglio trash perché non mancano insetti, serpenti e conseguenti gemiti della vallette. E’ chiaro il tentativo di emulare La Pupa e il Secchione. In definitiva, pessimo, ho fatto fatica a seguirlo tutto e infine sono stato salvata da Hannibal a corte! Molto meglio vedere Lost per l’ottava volta ed anche se fosse la centesima sarebbe comunque meglio 🙂

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Silvio Sircana, ecco tutte le foto: ne è valsa la pena?

The Aviator vs Troy: miracolo!

Leggi anche
Contents.media