Twitter Baracco Bama: tra comunicazione e perversit… umana

Twitter, Baracco Bama, i binbiminkia, le difficolt… di comunicazione e la perversitumana. Dove lo trovate un blogger che vi parla di tutto questo in un unico post?

A volte penso a quanto sia difficile comunicare. A quanta pazienza ci voglia ed a quanta fatica si faccia per esprimere un concetto. Ricordate l’esempio della bambina che zitt il mondo per sei minuti? E’ probabilmente uno degli articoli pi— significativi della mia esperienza come blogger: l ho tentato d’illustrare il mio pensiero sulla complessit… del mondo della comunicazione, anche – soprattutto? – mediatica.

Prendete Baracco Bama. S, proprio Baracco Bama. Un paio di giorni fa, concluse le presidenziali americane, uno spiritoso utente di Twitter ha pubblicato il seguente messaggio:

E’ chiaramente uno scherzo, okay? E’ comico, fa ridere. Centinaia di persone lo hanno ritwittato (cioŠ lo hanno condiviso con gli amici)… ma mica tutti per lo stesso motivo, no. C’Š chi ha apprezzato la gag, chi ha compreso l’ironia su una certa ignoranza sgrammaticata presente sul web, chi invece non ha capito affatto e si Š scandalizzato per i pacchiani errori di battitura e chi si Š sentito perfino in dovere di correggerlo (“No kosa dici 6 sciemo Š Barack Obama!! lo konfondi kon Will Smiht!!!1!!11!!!“).

I binbiminkia sempre pi— alla conquista del mondo.

Un po’ mi preoccupo, poich‚ osservo giornalmente le difficolt… comunicative della tiv—. Difficolt… spesso involontarie, ma a volte subdolamente cercate e volute. Equivoci, allusioni, pettegolezzi e falsit… sono all’ordine del giorno, ma non solo. Un Baracco Bama pu• venire letto in decine di modi diversi: possiamo interpretarlo come una simpatica trovata, rimanere impassibili pensando sia un’idiozia, fraintenderlo totalmente senza curarsi del resto (“Fottiti, io tifavo Romney!“) oppure, volendo, arrivare persino a caricarlo di dietrologie razziste (“Ha sfottuto il Presidente perchŠ Š nero!“).

Con le parole si pu• fare tutto: il Giullare di Corte di Pratchett ce lo spiega assai bene. Dipende da quel che pi— interessa a chi racconta, e da quanto chi ascolta Š disposto a prestare orecchio.

“La perversit… dell’universo tende verso il massimo” (Legge di Finagle). Da un punto di vista umano, l’universo appare perverso: lo percepiamo come tale perchŠ la perversione – diobono – Š in noi. La proiettiamo su ci• che ci circonda. E’ dunque naturale, per un disonesto, pensare che TUTTI siano disonesti: se si presentasse l’occasione, il disonesto ruberebbe. E’ arduo fargli comprendere che altri NON si comporterebbero come lui. Soprattutto se, di fronte al tweet “Baracco Bama di Beleir”, al tizio vien voglia di litigare, invece che di sorridere.

Segui TELE DICO IO su Facebook e Twitter!

ALTRI LINK:

Le interviste di Tele Dico Io: 10 domande a Dave del Daveblog

Virgin Diaries: la privacy, l’esibizionismo e i social network

The Merton Show: intrattenimento intelligente ed originale (al contrario di certa tv)

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Superman: "Scoperto Krypton", annuncia lo scienziato Neil Tyson

Gabriele Cirilli Psy Gangnam Style: Tale e Quale Show (video)

Leggi anche
Contents.media