Teleipnosi, nuova rubrica: il caso "Littizzetto-Maria De Filippi" secondo Mauro Mazza

Visto il successo della prima puntata, torna la rubrica satirica Parla come mangi, che diventerà un appuntamento settimanale tendenzialmente fisso di Teleipnosi. Il gioco è semplice: si riportano alcune dichiarazioni di personaggi del mondo della tv e dintorni e, passo per passo, si propone una traduzione politicamente scorretta: quello che, al di là della diplomazia e della finzione, si intendeva davvero dire e si pensa.

Questa volta tocca a Mauro Mazza, neo direttore di Rai uno (uno di quei famosi nomi discussi a casa Berlusconi per mettere ancora più sotto controllo la tv pubblica), del quale riportiamo alcune dichiarazioni rilasciate di recente alla stampa (in corsivo, la nostra traduzione satirica).

«Ribadisco il concetto che ho espresso alcune settimane fa, prima ancora di insediarmi nel nuovo ruolo. Parlavo da telespettatore che gradisce alcune cose e ne gradisce meno altre: nello specifico non mi piace la volgarità, spesso gratuita, della pur bravissima Luciana Littizzetto. Per la verità, non so dire se mi piace meno tale volgarità o il finto imbarazzo di Fabio Fazio di fronte a quelle espressioni».

«Che tempo che fa è una delle migliori trasmissioni in circolazione e Luciana Littizzetto è bravissima. Nonostante questo sapete benissimo che non posso portare lei e Fazio a Rai uno, perché sono politicamente scomodi e Silvio non me la perdonerebbe».

«Maria De Filippi e Maurizio Costanzo invece mi piacciono».

«La De Filippi e Costanzo, nonostante abbiano fatto alcune delle trasmissioni più trash della storia della televisione, tra Buona Domenica e Uomini e donne, li prenderei volentieri per Rai uno, perché fanno ascolti e non creano grane con la politica».

Continua a leggere su Telepinosi.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Karl Lagerfeld spara a zero su Heidi Klum

Victoria Beckham, cellulite in bella mostra

Leggi anche
Contents.media