Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Stephan Weiler ha denunciato Eliana Michelazzo per furto d’identità

stephan weiler eliana michelazzo

Stephan Weiler, colui al quale è stata rubata l’identità per interpretare Simone Coppi, ha rivelato di aver denunciato Eliana Michelazzo.

Il ‘Caso Pamela Prati’ continua a tenere banco, ma sembra essersi spostato da Mark Caltagirone a Simone Coppi. Quest’ultimo abbiamo scoperto, proprio nel corso dell’ultima puntata di Live-Non è la D’Urso, che risponde al nome di Stephan Weiler ed è un modello svizzero. Il ragazzo, dopo aver appreso del furto d’identità, ha deciso di denunciare Eliana Michelazzo.

Weiler ha denunciato la Michelazzo

In tutta questa assurda faccenda del ‘Caso Pamela Prati’ una cosa è certa: la soubrette, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo si troveranno a collezionare infinite denunce. L’ultima arriva da Stephan Weiler, colui al quale è stata rubata l’identità per ben dieci anni per interpretare Simone Coppi. Il ragazzo, un bellissimo modello svizzero, è stato ospite nell’ultima puntata di Live-Non è la D’Urso e ha ammesso di essere venuto a conoscenza della cosa dai giornali del suo paese. Il ragazzo, intervistato da una Tv svizzera, ha ammesso: “All’inizio pensavo fosse un brutto scherzo, ho improvvisamente ricevuto chiamate e messaggi da un numero sconosciuto italiano.

Era un giornalista che mi ha spiegato cosa era successo in Italia e mi ha inviato alcuni link di stampa italiana che parlavano del caso. È stato allora che ho improvvisamente realizzato la gravità. Non mi sarei mai aspettato che qualcuno rubasse le mie foto per tali scopi”. L’incredulità iniziale che descrive Stephan è più che normale e, dopo aver cercato di capire quanto avvenuto, ha confessato di aver denunciato il fatto agli organi di competenza. Weiler ha dichiarato: “Ho intrapreso un’azione legale contro Eliana Michelazzo perché dire di avere una relazione con me è una bugia. Al momento non so chi è la vittima e chi l’autore di questo, io so solo di essere innocente. La mia compagna Maria mi sostiene ed è curiosa quanto me di capire cosa c’è dietro. Questo scandalo non ha gravato il nostro splendido rapporto”. Ebbene, Eliana dovrà risponder anche di ‘furto di immagine’ e, ammesso che lei sia stata una vittima, dovrà provarlo davanti ad un giudice.

Nel frattempo, attraverso i social, continua a recitare la parte della vedova inconsolabile.

La reazione di Eliana

Davanti a tutta questa squallida vicenda, la Michelazzo ha reagito nell’unico modo possibile: continuare a recitare la messa in scena. La titolare dell’Aicos Management, dopo aver ‘conosciuto’ Stephan, ha continuato a sbandierare ai quattro venti l’amore per lui, con tanto di post Instagram strappalacrime. A didascalia di una foto che ritrae l’incontro si legge: “Ti ho aspettato, ti ho amato. Ti ho voluto profondamente e aspettavo di realizzare il mio sogno, un sogno ormai andato in pezzi. Piano piano sto realizzando che era tutta una montatura, un modo per tenermi ferma. Non realizzavo perché per me esistevi solo tu. Ero gelosa come lo eri tu, ti sentivo passare con una moto e ricordavo un sorriso di un ragazzo simile a te che mi ha incantata da lontano. Dopo la puntata ho pianto disperatamente perché la gente ci ride sopra.

Ma io credevo veramente e credevo a tutto ciò che mi scrivevi, era legge per me. Ormai non sarò più la signora Coppi. Così mi sentivo. Non serviva neanche festeggiare il matrimonio perché per me bastava un pezzo di carta. Che da giudice sapevo che avevi il potere di tenermi legata a te (ovviamente ero sposata al Vaticano) quindi altre dicerie dette a me per rendermi felice. Invece ora solo tanta tristezza. Addio Simone Coppi”. Possiamo credere alle sue parole? In un primo momento forse sì, ma ai fan più attenti non è sfuggito un dettaglio che rende la vicenda ancora più inquietante. Alle belle parole della Michelazzo è arrivato un commento da parte di una donna che sostiene di essere stata con Simone Coppi per ben 20 anni. Ora, se la matematica non è un’opinione, 20 anni fa, Weiler aveva solo 15 anni. Chi si nasconde dietro questo profilo? Un altro account falso per avvalorare la tesi di Eliana? In tutto ciò, la titolare dell’Aicos Management ha risposto alla tizia in questione dicendole che la cercava da tempo e l’ha invitata a contattarla in privato.

Come fa la Michelazzo a sapere dell’esistenza di questa fidanzata che in teoria dovrebbe essere stata la sua rivale in amore? Insomma, stupidi sì, ma fino ad un certo punto.


© Riproduzione riservata
Leggi anche