Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Notizie.it logo

Sophie Turner: “Per colpa di Game of Thrones ho pensato al suicidio”

Sophie Turner

Sophie Turner, cioè Sansa Stark, ha parlato per la prima volta delle terribili conseguenze del suo successo.

Sophie Turner è rimasta imprigionata nel suo personaggio di Sansa Stark fin dal 2011, anno in cui debuttò nella serie destinata a diventare un cult delle produzioni televisive del nuovo Millennio. Esposta così giovane a un concentrato di notorietà e situazioni stressanti, Sophie Turner ha sentito molto presto sulle proprie spalle un peso che non sempre è stata in grado di portare. Lo ha spiegato solo di recente, quando ha deciso di parlare per la prima volta in pubblico della sua lotta contro la depressione.

Sophie Turner: “Il successo ha un prezzo”

Le star della televisione, del cinema e dei social, hanno privilegi che le persone comuni faticano anche a immaginare, tuttavia il costo di quest’apparente felicità è altissimo, come ha spiegato Sophie Turner al Dr. Phil durante la trasmissione Phil in the Blanks.

Fin dalle primissime stagioni della serie, il personaggio di Sansa Stark, così come l’attrice che lo ha interpretato, sono stati bersagli di critiche durissime.

In particolare Sophie ha cominciato a dubitare di essere in grado di sostenere la parte in maniera dignitosa, cominciando a pensare che le sue doti di attrice non fossero all’altezza del compito. Altre critiche si concentravano invece sul suo aspetto, tanto che Sophie si convinse di essere troppo grassa rispetto agli altissimi standard del mondo dello spettacolo.

Queste altissime pressioni sul campo lavorativo si riversarono, com’è evidente, in quello personale, tanto che Sophie si ritrovò a soffrire dei sintomi più comuni e diffusi della depressione: stati d’ansia continua, insonnia, incapacità a concentrarsi. All’apice del suo malessere Sophie ha addirittura pensato di togliersi la vita, ma ha spiegato che non ha mai avuto il coraggio di far del male a se stessa, cosa che con ogni probabilità le ha salvato la vita.

L’importanza dell’amore

Sophie stava attraversando un momento in cui non era più in grado di amare se stessa e, di conseguenza, di credere nelle proprie possibilità.

A risollevarla dallo stato di prostrazione in cui era finita sono arrivate le cure mediche a cui si è sottoposta ottenendo buoni risultati e, soprattutto, l’amore del fidanzato Joe Jonas.

In merito all’importanza di una relazione felice e stabile nella cura della depressione, queste sono state le parole di Sophie:

Quando qualcuno ti dice che ti ama ogni giorno, ti fa amare te stessa e io ora mi amo, più di prima almeno…

Una nuovo inizio dopo la fine di GoT

L’ultima stagione di Game of Thrones è cominciata pochissimi giorni fa. La realizzazione della serie è durata moltissimo tempo, soprattutto a causa della maggior durata di ogni singolo episodio rispetto a quelli delle serie precedenti.

Nell’ultimo atto della saga Sophie Turner sembra destinata a interpretare una Sansa ormai conscia del proprio valore e decisa a imporre il proprio volere per conquistare il posto che sente di meritare.

Dopo questo ennesimo sforzo e dopo che la serie di impegni relativi all’uscita e alla promozione degli episodi saranno terminati, Sophie Turner ha spiegato di desiderare soltanto di avere tempo da dedicare alla propria salute mentale.

Con ogni probabilità quindi l’attrice prenderà una pausa dal lavoro e si ritirerà, almeno per un periodo, a vita completamente privata.

© Riproduzione riservata
Leggi anche