Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Notizie.it logo

Sergio Arcuri contro Pamela Perricciolo: “Mi rifilò assegno scoperto”

sergio arcuri

Sergio Arcuri ha raccontato la sua esperienza con Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo, le ormai famose agenti di Pamela Prati

La vicenda legata alle agenti di Pamela Prati, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, continua ad arricchirsi di nuove testimonianze a dir poco agghiaccianti. L’ultimo racconto è stato fatto da Sergio Arcuri, fratello della nota Manuela che, oltre a confermare la versione dell’attrice, aggiunge anche un suo personale aneddoto.

Il racconto di Sergio Arcuri

È Fanpage.it a riportare il racconto fatto da Sergio Arcuri. L’uomo, dopo aver visto le numerose testimonianze contro Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo venute alla luce con il misterioso matrimonio di Pamela Prati, ha deciso di rivelare anche la sua personale esperienza con le due agenti dell’Aicos. Il fratello di Manuela, anche lui attore, ha raccontato di aver avuto numerosi contatti con le due donne nel 2010 per un lavoro eseguito ma mai pagato. Sergio ha dichiarato: “Quando ho visto la puntata di Live–Non è la D’Urso alla quale hanno partecipato Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, mi sono tornati alla mente alcuni episodi. Con loro ho avuto un problema di lavori non pagati.

Pamela mi propose di fare il presentatore per una serata in piazza in Calabria. Dopo la serata, a garanzia del pagamento, mi consegnò un assegno di 3/4000 euro. Quando provai a incassarlo, intorno a settembre del 2010, la banca mi fece presente che il titolo era scoperto. Non l’ho incassato, me l’hanno restituito altrimenti andava in protesta. Era stata la Perricciolo a emetterlo e a spiegarmi che sarebbe servito da garanzia, visto che il comune avrebbe impiegato un po’ di tempo a pagare. Mi fidavo perché loro millantavano amicizie con numerosi personaggi famosi. Avevo due strade a quel punto: andare avanti con la denuncia o soprassedere”. Arcuri ha rinunciato ad andare avanti per vie legali perché, considerando tutti i contatti che Pamela ed Eliana dicevano di avere, ha temuto un danno d’immagine sia per sé che per la sorella. La Perricciolo, contattata da Fanpage in merito a questa vicenda, ha fornito, ovviamente, una versione dei fatti un tantino diversa.

La replica della Perricciolo

Donna Pamela avrebbe mai potuto confermare il racconto di Sergio Arcuri? Giammai.

La Perricciolo ha ribattuto: “Non mi ricordo bene di un assegno del 2010, sono passati diversi anni. La serata la ricordo, ma non fu commissionata dalla Regione Calabria, perché non abbiamo mai avuto mandati dalla Regione. Se l’assegno fosse stato incassato, sarebbe stato soggetto a contestazione e finito in mano a un notaio, ma se non l’ha incassato non può dire che non è buono. Inoltre, non ha potuto controllare prima se c’erano i soldi, perché l’assegno va solo versato, non puoi chiamare prima per sincerarti che i soldi ci siano o meno. Il signor Arcuri, se ha un assegno, dovrebbe avere anche un contratto e una fattura”. Insomma, anche questa vicenda, così come quella della Prati, risulta fumosa e la Perricciolo continua ad essere sempre sicura di quanto racconta. Il fratello della Arcuri, anche in merito ai rapporti che la sorella aveva all’epoca con Pamela ed Eliana, non è mai andato avanti per vie legali e ha deciso di non incassare il compenso di quell’ingaggio.

Nonostante tutto, ad oggi, considerando tutto quello che è venuto a galla, ha voluto arricchire la squallida vicenda anche con la sua esperienza personale e, oltre ai soldi non percepiti, aggiunge altri dettagli davvero agghiaccianti.

La testimonianza di Sergio

Sergio Arcuri ha ammesso di non aver mai voluto far causa perché aveva timore di inimicarsi un’agenzia molto nota e potente nell’ambiente del mondo dello spettacolo. Non a caso, sia Pamela che Eliana gli raccontavano di avere numerose conoscenze, tanto da avergli proposto anche il trono di Uomini e Donne. Inoltre, le due, che potremmo quasi chiamare ‘il gatto e la volpe’, gli assicuravano che i contatti con loro avrebbero portato molto lavoro anche alla sorella Manuela, per cui Sergio si è sentito molto condizionato. Arcuri ha raccontato: “Ricordo che sostenevano di avere contatti ovunque, perfino con Maria De Filippi. Mi dissero che, se mai avessi voluto, sarei potuto andare sul trono di Uomini e Donne visto che conoscevano tutti, dalla conduttrice a Raffaella Mennoia e Vanessa Collini”.

Sergio ha poi rivelato che, così come avvenuto con la sorella, alla quale avevano presentato un finto uomo, anche con lui hanno tentato un approccio romantico. L’attore però, essendo impegnato in quel periodo, ha rifiutato di conoscere qualche donzella. L’uomo ha dichiarato: “Mi chiedevano se fossi fidanzato e se mi piacessero le ragazze uscite da Uomini e Donne, facendomi il nome di una tronista in particolare insieme alla quale lavoravano. Mi mostrarono le foto ed era molto bella, bruna, mi pare fosse Teresanna Pugliese ma non ricordo con precisione. Mi chiedevano se fossi interessato a conoscerla ma in quel periodo frequentavo già una ragazza. Non si andò più avanti perché, nel frattempo, c’era stato il problema dell’assegno scoperto e dell’uomo presentato virtualmente a Manuela”. Insomma, Sergio è riuscito a tirarsi fuori da un meccanismo malato prima che si arrivasse ad un punto di non ritorno e, ad oggi, si sente davvero fortunato ad aver interrotto ogni tipo di rapporto con ‘il gatto e la volpe’.


© Riproduzione riservata
Leggi anche