Il segretario alla cultura inglese contro The Crown: “Finzione”

La pluripremiata serie tv di Netflix che racconta la storia dei reali britannici sta destando parecchie critiche in Inghilterra.

Con l’arrivo della quarta stagione di The Crown, anche il segretario alla cultura inglese, Oliver Dowden, ha avuto da ridire sulla trasposizione dei fatti nella serie tv. La quarta stagione del telefilm britannico-statunitense è stata distribuita da Netflix lo scorso 15 novembre. La storia narra la vita della regina Elisabetta II e la storia della famiglia reale britannica. Nel corso degli anni (la prima stagione è stata pubblicata nel 2016) è stata molto apprezzata dalla critica e ha ottenuto numerosi riconoscimenti.

Un Golden Globe e otto premi Emmy negli Stati Uniti.

The Crown, le parole del segretario alla cultura

Con l’arrivo della nuova stagione si sono susseguite molte polemiche. In prima battuta è stata la famiglia reale a non vedere di buon occhio quanto è stato raccontato all’interno degli episodi. In particolare, l’ultimo capitolo appena pubblicato mette in risalto la storia più contemporanea del regno di Elisabetta II. Viene descritta la vita dell’erede al trono, figlio della Regina, il Principe Carlo e della principessa Diana, sua moglie, tragicamente scomparsa in un incidente d’auto nel 1997.

In un’intervista al Mail on Sanday, anche il segretario alla cultura inglese, Oliver Dowden, ha voluto manifestare il suo disappunto verso The Crown. In particolare, il segretario ha chiesto che venga specificato che la seria sia ispirata alla storia della Royal Family e che non si tratta di una fedele trasposizione della vita reale.

È una stupenda produzione di fiction. Così, com’è prassi con gli altri show televisivi, Netflix dovrebbe essere molto esplicito sul fatto che si tratti solo di questo. Senza di questo, ho paura che le future generazioni di spettatori che non abbiano vissuto all’epoca degli eventi qui raccontati possano confondere i fatti con la finzione.

Il disappunto anche della Royal Family

Di recente anche i reali inglesi (soprattutto il principe Carlo e il figlio William), avevano manifestato il loro disappunto nei confronti della serie angloamericana di Peter Morgan. Secondo la testata inglese, The Sun, il principe William avrebbe preso malamente la storia raccontata nel telefilm. The Crown racconta in maniera abbastanza cruda anche la sofferenza della madre Diana, le sue debolezze e i disturbi alimentari. Un focus particolare è rivolto anche alla controversa vicenda del tradimento del padre, Carlo, con la Camilla Parker Bowles. Secondo il principe William molte delle scene riportate all’interno di The Crown non rispecchierebbero la realtà dei fatti.

A rimarcare la distanza da quanto viene rappresentato nella serie tv, anche il fratello di Lady D, Charles Spencer. L’uomo ha infatti raccontato che negli ultimi tempi numerose persone inglesi sono rimaste colpite dalla trasposizione che ha fatto The Crown della sorella scomparsa.

Scritto da Maria Zanghì
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gf Vip, Dayane Mello lascia il reality: “Mi manca un pezzo di me”

Diego Maradona Jr. contro Cruciani e Parenzo: “Pregate di non incontrarmi”

Leggi anche
Contents.media