Notizie.it logo

Chi è Sean Penn: curiosità sull’attore statunitense

sean penn

Sean Penn, ex marito di Madonna, è considerato uno dei 100 attori più importanti della storia del cinema. Cosa sappiamo di lui?

Sean Penn, ex marito di Madonna, dopo essere diventato famoso negli anni ’80 ha visto la sua carriera crescere ogni giorno di più. Non a caso è considerato uno dei 100 attori più importanti della storia del cinema. Che curiosità abbiamo scoperto su di lui?

Sean Penn: chi è?

Sean Penn è nato il 17 agosto del 1960 a Los Angeles da Leo Penn, noto regista, e Eileen Ryan, attrice di successo. Insieme ai due fratelli, Michael e Chris, rispettivamente regista e attore, anche lui non ha potuto fare altro che scegliere di intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo. Dopo aver frequentato la Santa Monica High School viene assunto per due anni come tecnico di scena e assistente alla regia di Pat Hingle con il “Group Repertory Theatre” di Los Angeles. Qui ottiene finalmente la sua prima parte come attore e recita in “Heartland” di Kevin Hellan. Nonostante fosse per lui il debutto, la critica lo accoglie con entusiasmo e nel 1981 ottiene il suo primo ingaggio cinematografico in “Taps – Squilli di Rivolta”.

Nel 1983 è in “Bad Boys” e inizia così la sua lunga carriera sul grande schermo. Il 16 agosto del 1985 si sposa con Madonna, ma il loro matrimonio è tutt’altro che tranquillo. Restano marito e moglie per 4 anni e la loro unione finisce in tribunale con un’accusa di violenza domestica da parte della cantante. Inzia così un periodo molto duro per Sean, fatto di abuso di alcol. Penn aggredisce anche alcuni fotografi, tanto che viene arrestato per un mese ed è costretto a scontare la pena dedicandosi ai servizi sociali.

La rinascita di Sean Penn

Dopo questa fase turbolenta e delicata, siamo nel 1989, Penn incontra l’attrice Robin Wright con la quale mette al mondo due figli, Dylan e Hopper. Purtroppo, nel 1996, anche la loro unione arriva al capolinea, ma i loro rapporti sono rimasti ottimi. In questo periodo di tranquillità, grazie anche alla disintossicazione dall’alcol, l’uomo riesce finalmente a dedicare anima e corpo alla recitazione, ottenendo numerosi riconoscimenti.

Nel 1997 vince la Palma d’oro a Cannes come miglior attore nel film “She’s so lovely” di Nick Cassavetes. Successivamente lo vediamo in “Carlito’s way” di Brian De Palma con Al Pacino e in “Dead man walking” che gli regala la prima nomination all’Oscar. Penn non si butta mai a capofitto in ogni parte che gli viene proposta, ma valuta con attenzione ogni ruolo. Da questo momento in poi lo vediamo in tantissimi film e al fianco di attori di grande livello: “U-Turn, inversione di marcia” con Jennifer Lopez di Oliver Stone, “The game” di David Fincher con Michael Douglas, “La sottile linea rossa” con George Clooney e Nick Nolte di Terrence Malick, “Sweet and lowdown – Accordi e disaccordi” di Woody Allen con Uma Thurman. Quest’ultima interpretazione gli regala la seconda nomination all’Oscar.

Gli ultimi successi di Penn

Nel 2001 Penn ottiene un grande riconoscimento a Cannes per un doppio ruolo, quello da attore in “Prima che sia notte” e quello da regista in “La promessa” con Jack Nicholson e Benicio Del Toro.

Successivamente lo vediamo in “Il mistero dell’acqua” di Kathryn Bigelow al fianco di Elizabeth Hurley e in “Mi chiamo Sam” con Michelle Pfeiffer. Tra i suoi film più recenti ce ne sono due che vengono considerati dei veri e propri colossi: “Mystic River” con Tim Robbins e Kevin Bacon di Clint Eastwood, considerata come la migliore interpretazione di tutta la sua carriera, e “21 Grams-Il peso dell’anima” al fianco di Benicio Del Toro e per la regia di Gonzalez Inarritu che gli fa vincere la sua seconda Coppa Volpi a Venezia. Nel 2005 è la volta di “The Interpreter” di Sydney Pollack al fianco di Nicole Kidman e, successivamente, di “Into the Wild”. Nel 2008 è il protagonista del film biografico “Milk” che narra la storia di Harvey Milk, che gli consente di vincere l’oscar come Miglior attore protagonista. Infine, nel 2011, veste i panni di Cheyenne, la rock star in declino protagonista del film “This Must Be the Place”, diretto dal nostro Paolo Sorrentino.

Nel 1997 la rivista Empire lo ha inserito nella classifica dei 100 attori più importanti della storia del cinema e, considerando il suo ricco curriculum, non ne avevamo alcun dubbio.


© Riproduzione riservata
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
  • ZumbaZumbaLa zumba è una nuova disciplina corporea, che è stata messa a punto negli anni novanta in Colombia, da un coreografo e ...