Se Elisabetta Canalis conduce il telegiornale di Sky

Da un po' di tempo, se non ho altri impegni, la prima cosa che faccio dopo colazione è seguire una delle edizioni di Sky Tg24 Mattina, per le ultime – o forse sarebbe meglio dire le prime – notizie della giornata, per la rassegna stampa dei giornali italiani, esteri e dei siti internet, per le interviste con gli esperti e la rubrica del caffè con il politico. Insomma, se avete il satellite ve lo consiglio, è un buon modo per cominciare la giornata bene informati.

L'altro giorno seguivo ancora un po' assonnato il riepilogo delle notizie e… incredibile, Elisabetta Canalis mi stava parlando di terremoto in Abruzzo, crisi economica e accordo Fiat – Chrysler! Poi osservo meglio e mi accorgo che non si trattava dell'ex velina di Striscia ma di una giovane giornalista, straordinariamente carina, che – come riportava la scritta in sovraimpressione – si chiama Stefania Pinna. Sarda anche lei, per la precisione di Macomer, paese della simpaticissima Geppi Cucciari.

Qualche giorno dopo noto sempre sullo stesso tg un'altra conduttrice che non sfigurerebbe in nessun concorso di bellezza del mondo: la ragazza si chiama Helga Cossu e viene da Pontecorvo in provincia di Frosinone, anche se il suo cognome rivela chiare origini sarde. Insomma evviva la Sardegna, direbbe un mio amico padano che non la smette mai di chiedermi come sia possibile che «nella tua isola ci siano tutte queste belle ragazze». Va beh, non usa esattamente l'espressione «belle ragazze» ma lasciamo stare.

Poi vado oltre il mio campanilismo e mi accorgo di una cosa che avevo notato solo distrattamente: tutte, ma dico tutte, le conduttrici del telegiornale diretto da Emilio Carelli potrebbero tranquillamente ballare in hot pants sul tavolo di Striscia la notizia: giovanissime, taglia 40, viso d'angelo e corpo da fotomodella, non hanno davvero nulla da invidiare alle veline della trasmissione satirica più famosa d'Italia.

Diciamolo subito: Sky Tg24 è un buon telegiornale e le conduttrici appaiono spigliate, preparate e professionali. Però a guardarle, sinceramente, non si può fare a meno di sospettare che siano state scelte anche, sottolineo l'anche, con criteri che hanno a che fare più con un casting per il Grande fratello che con la selezione per lavorare in una redazione giornalistica.

Allora mi permetto di dare un piccolo consiglio al direttore Carelli, chissà che non legga: provi ad assumere anche qualche bruttina, così, giusto per cambiare, per smentire qualsiasi sospetto, per mettere a tacere le malelingue e magari anche per incrementare un po' la varietà estetica delle conduttrici. Tutte queste belle alla fine vengono un po' a noia. Forse.

(Nella foto in alto: Stefania Pinna. Di seguito: Helga Cossu).

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Manuela Arcuri: “Il mio amore con Matteo Guerra”

Carla Bruni, rubate vecchie foto private

Leggi anche
Contents.media