Scamarcio, cinque ore di sesso con la Bellucci: "Manuale d'amore" è tutto qui?

Di Riccardo Scamarcio si è parlato molto, esclusivamente per la scena piccante girata con Monica Bellucci proprio per la nuova commedia di Veronesi Manuale d'amore 2. Si parla solo di questo, le foto del loro rapporto ormai da settimane girano insistentemente in Rete. Il film sembra ridotto a questa scena, utile per pubblicizzare il film ma inutile per comprendere la qualità della pellicola. Come è stato fare sesso con la diva più desiderata del grande schermo, ha chiesto all'attore Vanity Fair: "Faticoso, l'abbiamo fatto per cinque ore di fila…".

Una risposta da marketing che ha scatenato i quotidiani. I due belli su un set bollente attirano attenzione. Il problema però è sempre lo stesso: quando un film viene pubblicizzato in questo modo, puntando sulla morbosità del pubblico – che ora andrà al cinema per vedere la famosa scena del sesso Scamarcio Bellucci – solitamente ci si ritrova ad uscire dalla sala affermando "Tutto qui?".

Non possiamo esserne certi, ma il film di Veronesi sembra ridursi ad una semplice scena acchiappa pubblico. Almeno per ora. Un giochetto ben riuscito che tuttavia rischia di trasformarsi in un boomerang, perchè forse il film offre ben poco d'altro.
Ma sia ben chiaro, siamo qui per essere smentiti. Fino a prova contraria però…

Poi c'è un altro aspetto su cui interrogarsi: il fenomeno Scamarcio. Pensate sia un bravo attore? Lui afferma "l'affetto della gente può essere inebriante, ma mi intristisce chi è è interessato solo ad avere una foto con me e neanche mi parla. Mi fanno sentire un pupazzo. E poi trovo che questa popolarità sia assolutamente sproporzionata al mio curriculum. Non dimentichiamoci che ho 27 anni, ho recitato in alcuni film ma nemmeno tanti, e non ho ancora avuto una parte importante in un film forte".

Appunto. Siamo di fronte ad un successo sproporzionato? 

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Natale svela le vere video-identità di Mediaset e BBC

La Chiabotto condurr… "Scherzi a Parte": no, non siete su "Scherzi a Parte"

Leggi anche
Contents.media