Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Sanremo 2019, problemi tecnici per Mahmood durante l’esibizione

mahmood

Durante la puntata della finalissima del 69° Festival di Sanremo, Mahmood ha avuto qualche problema tecnico durante la sua esibizione.

L’ultima puntata del 69° Festival di Sanremo ha finalmente aperto i battenti, ma è bastato poco per vedere l’ennesimo problemino tecnico. Questa volta, il malcapitato è Mahmood che, poco dopo la presentazione del suo brano ‘Soldi’, è costretto a interrompere l’esibizione. Claudio Bisio, con la solita simpatia che lo contraddistingue, ha cercato di recuperare lo scivolone avvicinandosi al cantante. Il pubblico in platea fa un grande applauso di incoraggiamento e Mahmood è pronto per cantare.

Problemi per Mahmood

In questa 69° edizione del Festival di Sanremo i problemi tecnici sono stati diversi e in molti si sono chiesti se non fossero dovuti ai tanto elogiati tagli che Claudio Baglioni ha fatto. Ora, tralasciando i vari problemi di audio, soprattutto per quanti ascoltano da casa, anche se immagino che all‘Ariston la situazione non sia molto diversa, quando ci vanno di mezzo anche i cantanti con le loro esibizioni la situazione si fa un po’ più delicata. Dopo Patty Pravo e Briga, questa volta è toccato a Mahmood.

L’artista, subito dopo essere stato annunciato da Claudio Bisio, ha iniziato a cantare, ma della sua voce non ce n’era traccia. A quel punto, Mahmood, resosi conto della cosa, ha interrotto la performance. Qualche momento di imbarazzo, mitigato dall’intervento di Claudio Bisio che, con la sua innata simpatia, ha cercato di placare la tensione. Un errore del genere nella puntata della finalissima può penalizzare il Big in gara? Il pubblico, vista l’espressione di Mahmood, ha applaudito per dargli sostegno. Ancora qualche minuto e poi i telespettatori hanno potuto ascoltare ancora una volta il brano ‘Soldi’. Fortunatamente, durante l’esibizione tutto è filato liscio e non ci sono stati più problemi tecnici. Pura casualità? Speriamo di sì.

© Riproduzione riservata
Leggi anche