Notizie.it logo

Sanremo 2019, Loredana Bertè: “Sul palco penso a Mimì”

Loredana Bertè

Loredana Bertè ha rilasciato un'intervista a Vanity Fair in cui ha raccontato le emozioni del Festival di Sanremo, non tralasciando l'amore per Mimì

Loredana Bertè, poco prima di esibirsi al 69° Festival di Sanremo, ha rilasciato una lunga intervista a Vanity Fair in cui ha raccontato le emozioni che l’Ariston le regala da sempre. Una volta quel palco lo poteva condividere con la sorella Mia Martini, ma con la sua morte, anche una parte di lei non c’è più e ogni volta che è in gara nella cittadina ligure i ricordi si fanno sempre più forti. Non a caso, Loredana ha ammesso che durante le sue performance il suo pensiero è solo ed esclusivamente per Mimì.

Le emozioni di Loredana Bertè

In molte interviste, Loredana ha ammesso che con la morte dell’adorata sorella Mia Martini, una parte di lei se n’è andata per sempre. La Berté ha una voce unica ed una personalità fuori dal comune, ma dal suo sguardo, anche nei momenti più sereni, trapela una certa inquietudine, la stessa che Pessoa descriveva nel suo capolavoro. A Vanity Fair, la cantante ha rivelato: “Il mio cuore è per metà di pietra e per metà di neve.

Si può sciogliere a volte, ma solo un po’. Nella vita ne ho viste troppe”. L’esistenza di Loredana è stata turbolenta: scappata di casa giovanissima insieme alla sua Mimì per fuggire da un papà che non si poteva definire tale, la morte della sorella e i tanti problemi che quel lutto mai superato le hanno portato. La Bertè, a tutto questo, ha sempre avuto una sola valvola di sfogo: la sua musica. È proprio grazie a lei che riesce a sciogliersi, perché solo sul palco sente di essere veramente se stessa. A chi pensa in quei momenti? La cantante ha ammesso: “A Mimì”. Quello che le univa era un rapporto speciale e Loredana, da quel tragico 1995, non ha mai smesso di pensare a lei un solo istante. È per Mia che canta, è per lei che vive ed è lei che le ha dato la forza di reagire alle mille avversità della vita.

Cosa ti aspetti da me

Cosa ti aspetti da me è il brano che Loredana ha presentato sul palco del Festival, ma cosa si aspetta da se stessa? La sorella di Mimì ha ammesso: “Di continuare a cantare, che per me non è un mestiere.

Chi canta per mestiere è un mercenario. Io vivo per quei momenti sul palco. La felicità non si può definire perché dura un istante. Te ne accorgi dopo, quando è finito”. Per l’artista la felicità è rara ed è racchiusa solo nelle sue esibizioni. Ma quando è stata davvero felice l’ultima volta? Il suo ricordo è commovente: “Gli esordi, quando Mimì e io non eravamo nessuno. Se sentivamo che c’era un provino in qualche città, partivamo subito in autostop. Non ci fermava niente, neanche le porte in faccia”. Anche se Mia Martini non c’è più, Loredana continua a vivere del suo ricordo e di questo nessuno potrà mai privarla. Come mai la gente la ama così tanto? Lory ha dichiarato: “La gente mi ama perché sono coerente. Sono sempre stata trasgressiva. Anche se, nel 2019, la trasgressione sta nella normalità. Provocare con look azzardati non è più rock: è una burinata”. Non sappiamo se il motivo dell’amore che il pubblico prova da sempre per lei sia questo, ma vedere l’intero teatro dell’Ariston che si alza in piedi dopo la sua esibizione è stato un momento davvero emozionante.

© Riproduzione riservata
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche