Sabrina Ferilli: Monti tassi i poveri e lasci stare i ricchi

Sabrina Ferilli, quella che non mancava mai di definirsi di sinistra, invita il governo Monti a massacrare i poveri e risparmiare i ricchi. Ecco la sua intervista a Chi tradotta per voi dalla nostra rubrica Parla come mangi

Torna la nostra rubrica satirica Parla come mangi e questa volta si occupa di tradurre il pensiero (?) di Sabrina Ferilli, l’attrice romana fino a ieri sedicente di sinistra che, in una intervista a Chi, invita il governo dei tecnici a massacrare i poveri e risparmiare i ricchi.

Come se Monti e company non stessero già provvedendo. Comunque, di seguito le dichiarazioni originali della Sabrinona nazionale e la nostra traduzione satirica (in corsivo).

“Ho avuto tante volte la tentazione di fare le valigie e di lasciare l‘Italia. Ci portano all’esasperazione. Sono sempre rimasta, perché sono legata alla mia storia. Io adoro il mio Paese, amo gli italiani, mi ci riconosco: è un popolo che in questo momento è smarrito, ma resta il migliore del mondo.”

Ahò, so’ proprio una gran paracula eh?

“Però la gente non è lo Stato. E lo Stato, questo Stato, è cattivo”.

Aspetta che me sta a venì un pensiero profondo: Stato cattivo, gente buona e io… bbbona! Che cervello ahò!

“Alcuni politici continuano a sostenere che bisogna chiedere i soldi solo ai ricchi. Io sono arrivata a pagare il 60 per cento e più di tasse perché due lire ce le ho. Ma, dico io, se tu devi fare un bottino di quattrini tramite le tasse, e lo devi fare perché altrimenti sto Paese va a zero, non lo puoi fare sul dieci per cento della popolazione, che sono i cosiddetti ricchi. Quelli già li spremi. È inevitabile che devi andare sulle fasce più basse, perché sono quelle che contano più lavoratori.”

Lo so, semo il Paese in cui il 10 per cento delle famiglie ha il 50% della ricchezza e dove gli imprenditori dichiarano meno dei loro dipendenti, ma che volete da me? So’ solo due tette che parlano…

“Quando Berlusconi è partito ha capito quanto fosse importante comunicare ai cittadini che il sacrificio sarebbe servito per un domani migliore. L’aspetto della positività che lui aveva si è perso. Ma li hai visti in faccia, sti tecnici? Sono maschere di pianto e di sofferenza.”

Viva i ricchi, abbasso i poveri, viva Silvio, Silvio forever, daje Silvio!!! E dire che quando andavo nei salotti radical cic, dalle amiche mie Bignardi e Dandini, dicevo pure che ero de sinistra, che risate ahò!

Qui le altre puntate di Parla come mangi.

(In alto: Sabrina Ferilli con l’allora segretario dei Ds, Piero Fassino; fonte: infophoto).

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Socialradio.it, al via la prima web radio sul non profit

Cristina Parodi a La7 con la sorella Benedetta Parodi?

Leggi anche
Contents.media