Notizie.it logo

Rosa Perrotta infuriata: “Ho denunciato e ora rido un po’ io”

rosa perrotta

Rosa Perrotta, stanca delle offese che riceve, ha registrato una serie di Instagram Stories in cui ha rivelato di essersi rivolta alla Polizia postale

Rosa Perrotta è su tutte le furie e, dopo le numerose offese ricevute negli ultimi giorni, si è rivolta alla Polizia postale per risolvere la situazione. La futura mogliettina di Pietro Tartaglione ha registrato una serie di Instagram Stories in cui ha mostrato un ‘fascicolo’ contenente tutti i nomi delle persone che le stanno rendendo la vita impossibile.

Lo sfogo di Rosa Perrotta

Negli ultimi tempi Rosa Perrotta è finita al centro di una polemica non indifferente. L’ex tronista è stata tirata in ballo in una bufera social iniziata proprio da Pietro Tartaglione, ‘colpevole’ di aver espresso il suo giudizio sulla fine della storia tra Giulia De Lellis e Irama. C’è da dire che Rosa, anche prima di questo spiacevole botta e risposta social, era già presa di mira dai leoni da tastiera che l’hanno spesso attaccata per svariati motivi. Dall’aspetto fisico, al suo amore per Pietro, passando per la troppa esposizione mediatica della sua vita privata.

Insomma, la Perrotta viene spesso offesa, e questa volta ha davvero perso la pazienza. La futura signora Tartaglione si è rivolta direttamente alla Polizia postale e ha voluto condividere il tutto sul suo profilo Instagram. Attraverso una serie di Stories, Rosa ha dichiarato: “Oggi ho fatto una cosa molto importante che avrei dovuto fate molto tempo fa, ma che faccio solo oggi perché fino ad ora non ci avevo dato la giusta importanza e il giusto peso… Questa è una raccolta di post, commenti, messaggi privati, pagine varie che pubblicano contenuti finalizzati a offendere, ridicolizzare, calunniare, denigrare, minacciare e deridere la mia persona. Sono molto contenta, perché finalmente vedremo chi c’è dietro questi nomi, quelli che non sono veri, perché tante persone invece scrivono con il loro nome e cognome, chi c’è dietro queste pagine, e quindi finalmente chiariamo questa situazione”. La Perrotta è in dolce attesa e quando si è resa conto che gli haters hanno iniziato a prendere di mira anche il suo bimbo si è infuriata ed è corsa alla polizia postale per sporgere denuncia.

I commenti contro il bambino

Nell’ultima puntata di Domenica Live, Rosa ha rivelato a Pietro a a tutti i suoi fan di essere in attesa di un bel maschietto.

Forse, anche per questo motivo in molti l’hanno criticata, accusandola di aver sventolato troppo la sua gravidanza in Tv. L’ex tronista ha dichiarato: “Mercoledì ho appuntamento con questo agente della polizia postale, adesso rido un po’ io, non vedo l’ora. Io sono bella e cara, non rompo mai le scatole a nessuno, se non vengo stuzzicata, offesa, toccata, non do veramente importanza alle cose… Ma nessuno e ripeto nessuno si può permettere di parlare di mio figlio. Attenzione ragazzi perché divento una iena, qui si oltrepassa il limite, non ve lo consento”. Fino ad ora, Rosa aveva cercato di ignorare le continue offese, ma quando ha visto che in ballo è stato tirato anche il suo bimbo, che ancora deve nascere, ha perso la pazienza. Purtroppo gli haters non conoscono limiti, ma la Perrotta è pronta a dare loro battaglia fino a quando non li scoverà tutti. In conclusione, la bella partenopea ha dichiarato: “Io sono un personaggio pubblico ma non vuol dire che debba essere costretta a sopportare le cazzate e le cattiverie che voi scrivete.

Non esiste, soprattutto da questo momento in poi. Merito lo stesso rispetto e l’educazione che merita chiunque altra persona. Io sono una, i messaggi e le cattiverie che arrivano o che fate possono essere 50 al giorno, io leggo 50 cattiverie al giorno, 50 messaggi di minacce al giorno, leggo 50 auguri di morte al giorno, leggo 50 bassezze al giorno… E io sono sempre la stessa. Fare questo tutti i giorni nella vita non è corretto, io non ci sto, non lo voglio ignorare. Da oggi in poi chi vuole parlare con me innanzitutto lo fa con rispetto ed educazione, chi vuole continuare ad offendere lo farà, ma caccia le pa**e e ci mette la faccia, sapendo che comunque poi ci vedremo in separata sede. Perché non ho più la voglia, non ho più la pazienza di sopportare questo schifo”. Speriamo che la battaglia che Rosa ha voluto intraprendere la veda uscire vincitrice e che magari questa piaga sociale rappresenta dagli haters cessi prima o poi di esistere.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche