Primarie Movimento 5 stelle: lo spot a Grillo del tg di Mentana

Da oggi partono le “parlamentarie” del Movimento 5 stelle: il Tg La 7 ce ne parla con un po’ troppo entusiasmo, e soprattutto dimenticando di affrontare il lato più controverso: quello dei pesanti limiti alla partecipazione

Archiviate le primarie del centrosinistra, in fase di logorante gestazione quelle del centrodestra, da oggi tocca al Movimento 5 stelle consultare la propria base con le cosiddette “parlamentarie“, nome usato per scalzare quello di primarie, considerato chissà perché una “brutta parola” da Beppe Grillo.

Non che il termine “parlamentarie” suoni molto meglio, visto che manco esiste sul vocabolario, ma lasciamo stare. I cinque stelle partono con la loro consultazione on line per selezionare i candidati al parlamento, sono probabilmente la seconda forza politica del Paese, ed è giusto e sacrosanto che se ne parli.

Ne ha parlato ieri, per esempio, il Tg La 7 con un lungo servizio nel quale si evidenziava il numero di candidati (1200) provenienti dalla società civile, incensurati e pronti a dimezzarsi lo stipendio, la decisione di non riscuotere i famigerati rimborsi elettorali, il fatto che il voto verrà espresso on line senza nessun costo e tante altre meraviglie. Spiace dirlo, ma più che una cronaca sembrava uno spot, quantomeno non si scorgeva nessuna mediazione giornalistica, la notizia veniva riportata in buona sostanza con un copia e incolla del comunicato di Grillo.

Ora, è vero che i telegiornali sono quasi per natura dei format di informazione neutra e asettica, riportano la notizia e in genere si astengono da una interpretazione di parte (poi in realtà, sotto un’aura di finta neutralità possono essere faziosissimi, come sappiamo bene), e siamo consapevoli che Chicco Mentana non ha certo in antipatia il Movimento 5 stelle, visto che non va alle urne dai tempi del Psi di Craxi (e lo possiamo capire), però ecco qualcosa non ci torna. Per dire, almeno un veloce accenno alle pesanti limitazioni alla partecipazione – può votare solo chi si è registrato entro la fine dello scorso settembre – era doveroso darlo. Anche se Grillo, per ovvi motivi, non ne ha parlato.

LINK UTILI:

Beppe Grillo primarie: il leader non si sceglie, solo i parlamentari (ma non si capisce chi può votare)

Primarie Movimento 5 stelle: Grillo lancia le parlamentarie

Beppe Grillo blog: questa volta la gogna tocca a Sartori

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Miley Cyrus Twitter foto: bambina e con cani, presto sposa di Liam

Caso Sallusti video: direttore Giornale arrestato in redazione

Leggi anche
Contents.media