Notizie.it logo

Parlare in pubblico: ecco come prepararsi al meglio!

Parlare in pubblico: ecco come prepararsi al meglio!

Devi presentare un progetto davanti ai tuoi colleghi, tenere un discorso ad un matrimonio, affrontare un dibattito o tenere un’assemblea? Non farti prendere dal panico! Anche i migliori oratori si fanno prendere dal nervosismo in vista delle loro performance. Qui di seguito troverai alcuni consigli che ti aiuteranno ad acquisire fiducia in te stessa ed a parlare in pubblico con il giusto brio.

– Metti per iscritto il tuo discorso.
Sono poche le persone che riescono ad improvvisare con talento. Quindi non esitare a scrivere, con chiarezza e leggibilità, i punti che hai intenzione di sviluppare. Opta per un piano tematico sviluppato in ordine cronologico ed il giorno X, porta con te questi appunti.

-Chiedi aiuto intorno a te.
Prepara e ripeti il tuo discorso davanti ai bambini, al tuo partner o agli amici. Mostrati ricettiva ai loro commenti (“parli troppo in fretta, molto sciolto, non vocalizzare troppo, ecc.”) e correggiti di conseguenza.

-Correzione automatica, si!
Mettiti davanti uno specchio, e con l’aiuto di un registratore a nastro o, meglio, di una videocamera, fatti la tua personale opinione.

Guarda il tuo TIC di espressione, i gesti e cerca di migliorare la loro produzione. Ricorda che devi essere l’interlocutore che ti piacerebbe avere davanti.

-Concediti un po’ di relax.
Il giorno prima, concediti un bagno rilassante e vai a letto con un buon libro: ti aiuterà a schiarire le idee.

– Scalda la voce.
E’ fondamentale esercitare, scaldare la voce fino al momento in cui dovrai parlare in pubblico! Come se fossi un soprano, è necessario esercitare le tue corde vocali: vocalizza sotto la doccia, intrattieni una piccola conversazione con il panettiere o con i tuoi colleghi intorno alla macchina per il caffè.

-Non dimenticate di respirare.
Lo stress si accompagna spesso ad un’accelerazione del ritmo cardiaco. Nel migliore dei casi, il tuo discorso sarà ultraveloce e, nel peggiore, potresti soffrire di iperventilazione. Poco prima di iniziare a parlare, è – pertanto – consigliabile praticare questo esercizio di rilassamento super efficace: ispira profondamente dal naso fino a gonfiare la pancia; quindi, espira dalla bocca contraendo il ventre.

Ripetilo 4 volte. Poi, una volta ancora, giusto prima di iniziare il tuo discorso.

-Relativizza.
Ricordati che non è in gioco la tua vita e nessuno ha intenzione di decapitarti se farfuglierai o se avrai un attimo di esitazione tra una frase e l’altra. Gli spettatori sono umani come te e avrebbero le tue stesse ansie e paure, se fossero al tuo posto. Un classico trucco per stemperare l’ansia del parlare in pubblico è il seguente: immagina che i tuoi spettatori siano tutti nudi, ma presta attenzione a non abbandonarti ad una risata nervosa!

-Idratati.
Tutto questo nervosismo può seccare la gola e renderti più difficile l’esposizione del tuo discorso. E’ sufficiente un bicchiere d’acqua per calmare questa sensazione, quando si presenta. Concedersi una bevanda, inoltre, oltre a consentire una piccola pausa durante il tuo discorso, ti aiuterà a ritrovare la calma.
Un altro trucco molto efficace, utilizzato soprattutto dagli attori per combattere la secchezza orale consiste nel passare la lingua sulle gengive.

– Avere un buon atteggiamento
Non incrociare le braccia: così facendo, bloccherai la respirazione e rivelerai il tuo disagio.

Tieni i piedi vanno ben piantati al pavimento, le mani appoggiate sul tavolo, il mento leggermente rialzato ed aspetta che siano tutti in silenzio prima di iniziare a parlare. Sorridi e comincia. Per rompere il ghiaccio con il tuo pubblico, opta per una divertente e originale frase, invece che per un semplice e banale “Buongiorno”. Durante il tuo discorso, non dimenticate di guardare spesso negli occhi i tuoi ascoltatore, li sbalordirai! Ed infine, per evitare la monotonia, dosa bene il silenzio, le pause ed i cambiamenti di ritmo.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche
  • ZumbaZumbaLa zumba è una nuova disciplina corporea, che è stata messa a punto negli anni novanta in Colombia, da un coreografo e ...