Parla come mangi: se anche Amadeus è vittima di un complotto

Dopo una serie imbarazzante di flop, da Formula segreta a Uno contro 100, Mediaset scarica Amadeus, che però trova accoglienza in casa Rai. Certo non si può dire che il rientro avvenga in pompa magna e col tappeto rosso, visto che l'ex conduttore de L'eredità viene dirottato alla mattina del fine settimana di Rai due, dove condurrà Mezzogiorno in famiglia, trasmissione dell'inossidabile Michele Guardì (quello dei Fatti vostri, il programma dove si vincevano vasi cinesi e servizi di piatti, condotto tra gli altri da Frizzi, Giletti e Magalli).

Leggiamo quindi un po' di dichiarazioni di Amadeus (prendo i virgolettati da Reality e Show) per divertirci a tradurle con la formula di Parla come mangi, l'unica rubrica che vi permettete di andare oltre le dichiarazioni di circostanza dei personaggi televisivi e capire cosa pensano davvero. Come al solito la traduzione satirica è riportata in corsivo.

***

«Sono l'uomo più felice del mondo. Mi sento come se fossi tornato a casa. Mi piace questa nuova collocazione: mi sposto all'ora di pranzo. Antonio Marano ha pensato, per me, a un rientro familiare, spiegandomi che devo ritornare nelle case della gente».

«Ovviamente non sono felice di questa collocazione. Io ero uno che faceva la prima serata o il preserale, ma Marano mi ha detto: o prendi questo o te ne stai a casa a rigirarti i pollici! Che potevo fare?»

«Non mi è stato dato il tempo di rodare i programmi. Uno contro 100 è andato in onda d'estate, registrando oltre il 21% di share. A tutt'oggi hanno provato altri quattro format e nessuno di questi ha fatto meglio di Uno contro 100. Eppure solo il mio quiz è stato bollato come flop. Non è giusto »

«Sono vittima di un complotto ecco, non è giusto. Gne gne gne!»

«Il direttore (di Italia uno, ndb) Luca Tiraboschivoleva che prendessi la fascia del preserale, attualmente occupata da La ruota della fortuna. L'idea era di lanciare, a metà settembre, Il colore dei soldi: un quiz che avevo personalmente segnalato. Avevo anche già iniziato a lavorarci, a livello redazionale, tra marzo e aprile, ma non sono stato chiamato né ricevuto da nessuno della dirigenza».

«Pensate che Tiraboschi, il direttore di Italia uno, piuttosto che mandare in onda me ha preferito lasciare quello sfigato di Papi con un programma vecchio come il cucco. Si può?».

«Ero venuto a Mediaset per fare il preserale ma la sedia era una, Gerry Scottiè grosso e ci si è seduto solo lui, anche se quando ero in Rai l'ho battuto spesso. E poi mi ha tirato delle frecciatine».

«Gerry Scotti è un ciccione bastardo, accentratore e raccomandato!»

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sean Penn rinuncia a due film per salvare il matrimonio

Michael Jackson, quanti dubbi sulla sua morte: misteri irrisolvibili? E il papà Joe "se la ride"

Leggi anche
Contents.media