Nicki Minaj e Justin Bieber attaccato i grammy: lo sfogo via social

Nicki Minaj e Justin Bieber hanno attaccato i Grammy Awards via social per alcune mancanze passate nei loro confronti.

Dopo l’assegnazione dei Grammy Awards 2020, la cantante Nicki Minaj e Justin Bieber hanno affidato ai social i loro sfoghi per quelli che secondo loro sarebbero stati in passato dei meriti che i Grammy non avrebbero loro riconosciuto.

Nicki Minaj e Bieber: i Grammy

Advertisements

Dopo le assegnazioni dei Grammy Awards Nicki Minaj ha affidato un suo sfogo ai social ricordando come in passato alla famosa premiazione lei non abbia ricevuto il premio di Miglior Nuovo Artista benché avesse 7 brani in classica per la Billboard e avesse debuttato con il maggior numero di copie rispetto alle altre rapper femminili. “Non dimenticate mai che i Grammy non mi hanno dato il mio premio come Miglior Nuovo Artista. Eppure avevo 7 canzoni contemporaneamente in classifica nella Billboard e il debutto con il maggior numero di copie di qualsiasi altra rapper femminile negli ultimi dieci anni. Hanno dato il premio all’uomo bianco Bon Iver”, ha dichiarato la cantante nel suo lungo sfogo via social, ricordando ai fan che quell’anno il premio da lei atteso sarebbe andato Bon Iver.

Justin Bieber invece come sempre non ha dimenticato di ringraziare i Grammy per i premi da lui ricevuti, ma ha deciso di soffiare sul fuoco per quanto riguarda il suo album Changes, che non sarebbe stato riconosciuto come album RnB durante la premiazione. “Ai Grammy, sono onorato di essere riconosciuto per la mia arte. Però sono anche molto meticoloso quando si tratta di fare musica. Detto questo ho fatto un album RnB. Changes era ed è un album RnB. E il fatto che non sia stato riconosciuto come tale è molto strano per me”, ha scritto il cantante sposato con Hailey Baldwin.

Scritto da Alice
Categorie Gossip Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Takao Yaguchi è morto: addio al papà di Sanpei

Uomini e Donne 25 novembre 2020 anticipazioni: ritorni di fiamma

Leggi anche
Contents.media