Notizie.it logo

Niccolò Bettarini lo sfogo dopo la sentenza: “Andate a f****”

niccolò bettarini

Niccolò Bettarini, dopo la sentenza che prevede la scarcerazione di uno dei suoi aggressori, ha perso le staffe

Niccolò Bettarini ha perso le staffe e, con tutta sincerità, è più che comprensibile. Il figlio di Simona Ventura e Stefano, dopo aver saputo della sentenza che ha previsto la scarcerazione di uno dei delinquenti che gli ha inflitto svariate coltellate, si è sfogato attraverso una serie di Instagram Stories. La rabbia di Mr Betta è quella di milioni di italiani che si trovano ogni giorno a dover combattere contro le ingiustizie della legge.

Lo sfogo di Niccolò Bettarini

Come ormai sappiamo a menadito, lo scorso giugno Niccolò Bettarini è stato aggredito con 11 coltellate fuori dalla discoteca Old Fashion di Milano. Il figlio di Simona Ventura e Stefano venne operato d’urgenza e, fortunatamente, è uscito illeso da questa brutta vicenda. I suoi aggressori vennero arrestati nel giro di pochissimo tempo, ma adesso arriva la notizia della scarcerazione di uno dei ragazzi. Questo risponde al nome di Davide Taddeo e dopo essere stato condannato a 9 anni di carcere per aver sferrato le coltellate, è stato messo ai domiciliari.

Il Gip Guido Salvini ha stabilito che il ragazzo, a causa della sua “difficile vita” dovrà frequentare un centro di cura per tossicodipendenti e una comunità che lo farà lavorare, con lo scopo di rieducarlo. Ovviamente, Niccolò non poteva prendere con gioia la notizia e, attraverso una serie di Instagram Stories, ha deciso di vuotare il sacco e di dire tutto quello che pensa. Mr Betta appare arrabbiato come una iena e inizia il suo sfogo: “Complimenti, bravi. A tutte le persone che dicevano ‘giustizia al figlio di…’ spero siate contenti ora. Mi ero ripromesso di non parlare di questa cosa perché non è una cosa che mi fa piacere. Non lo faccio per pubblicità e cazzate varie perché non me ne frega un c**zo. Faccio questa storia perché sono incazzato e perché sembra che sia l’unico modo per arrivare alla gente. Quello che è successo si commenta da solo. Io sono stato zitto in tutti questi mesi, ma ora non me ne frega un ca**o e dico quello che penso”.

La rabbia di Niccolò è più che visibile e sfiderei chiunque al suo posto ad essere felice per una sentenza del genere. In questi mesi, Bettarini junior si è sempre dichiarato fiducioso nei confronti della giustizia, ma questa volta tutti i suoi buoni propositi sono crollati.

La rabbia di Niccolò

Mr Betta prosegue il suo duro sfogo e si scaglia sia contro il suo avvocato che contro il giudice che ha stabilito la sentenza. Niccolò ha dichiarato: “Penso che la giustizia italiana non esiste, è uno schifo per tutti quanti. Soprattutto volevo fare i complimenti al mio avvocato dal quale non ho saputo niente per mesi. Io ho saputo tutto attraverso notizie e amici miei e ci ha abbandonato dopo l’ultima sentenza. La signora Alessandra Calabrò voleva che a gennaio andassi a Porta a Porta a elogiarla del lavoro che ha fatto e io ho rifiutato. Poi bisogna fare i complimenti al giudice: complimenti giudice Salvini. Io non studio giurisprudenza e non la studierò, rimarrò ignorante a vita, ma con una sentenza di 9 anni per tentato omicidio non si possono poi scarcerarli tutti con permesso di lavoro, ai domiciliari, qualcosa non quadra.

Questa è l’Italia ragazzi, questa è la giustizia italiana. È uno schifo. Per nessuno c’è giustizia, manca proprio il senso di giustizia e potete andare tutti a far***ulo voi e chi è sopra di voi”. Ci saranno delle conseguenze per le dichiarazioni fatte da Niccolò? Molto probabilmente sia l’avvocato che il giudice si risentiranno per le dichiarazioni, ma se le parole di Bettarini corrispondessero a verità ci vorrebbe una gran faccia tosta nel muovere azioni legali contro di lui. Speriamo solo che la giustizia batta qualche colpo e faccia il suo corso con sentenze giuste, anche se la situazione sembra ormai decisa.

© Riproduzione riservata
Leggi anche