Notizie.it logo

Mike Tyson: “Fumo 40 mila dollari al mese di marijuana”

mike tayson

Mike Tyson ha confessato la cifra che spende ogni mese per il consumo di marijuana: 40 mila dollari al mese

Mike Tyson è tornato a far parlare di sé. L’ex campione mondiale dei pesi massimi, attraverso il suo canale YouTube, ha confessato la cifra che spende ogni mese per il consumo di marijuana. Non solo, l’uomo, in una recente intervista, ha anche rivelato come, nel corso della sua carriera, sia riuscito ad eludere i controlli antidoping.

Mike Tyson e la marijuana

Mike Tyson non è mai stato un uomo tranquillo e anche quando combatteva sui ring ha sempre fatto parlare di sé. L’ex campione mondiale dei pesi massimi ha un canale YouTube, Hotboxin, e spesso si racconta ai suoi tantissimi fan. In uno dei suoi ultimi video, Myke ha ammesso che ogni mese fuma circa 10 tonnellate di marijuana, che corrispondono ad una spesa di circa 40.000 dollari. Tyson, però, ha specificato che questo conteggio non è relativo all’erba che utilizza solo lui, ma anche quella fumata dal suo socio, nonché ex campione di football americano NFL Eben Britton.

I due, in realtà, non hanno bisogno di acquistare la marijuana, visto che sono i titolari di un ranch poco fuori Los Angeles e hanno una coltivazione che si estende per oltre 4 mila metri quadrati. Mike ha iniziato questa attività da poco più di un anno e sembra che abbia trovato non solo un mestiere che lo soddisfa, ma anche una fonte di reddito notevole. Dalla loro coltivazione, infatti, non viene estratta solo l’erba destinata al fumo, ma anche altri derivati che vengono impiegati, ad esempio, nella preparazione di torte e bevande alcoliche. Il business messo su da Tyson e Britton è possibile grazie alle leggi vigenti nello Stato della California sul consumo di marijuana. Quest’ultima, infatti, è stata liberalizzata e dedicarsi ad un commercio di questo tipo è molto di moda. L’azienda di Mike ed Eben, inoltre, esporta anche all’estero e questo consente ai loro conti in banca di lievitare ancora di più.

C’è da dire che la passione dell’ex pugile per la marijuana e per tante altre sostanze stupefacenti non è recente. Nel corso degli anni Tyson ha spesso rilasciato dichiarazioni molto forti in merito e, una di queste, risale solo a qualche giorno fa.

Le dichiarazioni di Tyson

Tyson, proprio recentemente, ha rilasciato un’intervista al canale sportivo USA ESPN e ha ammesso che durante la sua carriera è riuscito a eludere i controlli antidoping grazie all’utilizzo di un pene finto. Sembra una storia assurda, ma lo è ancora di più il fatto che abbia usato l’urina dei suoi figli. In che modo? Mike ha raccontato: “Volevo utilizzare quella di mia moglie, che però mi disse: ‘Poi risulta che sei incinto’… Così ho pensato che sarebbe stato meglio prendere quella dei miei figli. Come facevo? Usavo un pene finto. La maggior parte degli uomini, anche se sono omosessuali, si sente a disagio quando mostri il pene, quindi si voltavano sempre e io potevo ricorrere a questo trucco”.

Starete pensado che è il classico genio del male, ma sembra che questa pratica sia comune tra gli sportivi e che venga utilizzata proprio per superare i controlli antidoping. Non a caso, basta digitare ‘pene finto’ su Google per scoprire che il kit è tranquillamente acquistabile a soli 149 euro. Tyson, che è attualmente il più giovane campione del mondo dei pesi massimi della storia del pugilato, continua a far discutere, ma i suoi fan non smettoni di acclamarlo, sempre e comunque.


© Riproduzione riservata
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche