Home » Attualità » Intrattenimento » Mike Bongiorno attacca Bonolis, ma con che diritto?

Mike Bongiorno attacca Bonolis, ma con che diritto?

| , ,

"Si dia una regolata viene pagato con una cifra di cui dovrebbe vergognarsi, il suo programma qui è stato sospeso: ora deve essere modesto, ed è giunto il momento che si dia una regolata". Parola di Bongiorno, Mike Bongiorno.
A chi era riferita la frase? A Paolo Bonolis, che secondo le ultime indiscrezioni sarebbe in crisi con Mediaset.

Advertisements

A ciclo continuo, ogni anno, Bonolis entra in crisi con l'azienda per cui lavora (ma le voci che lo danno in lotta con Mediaset sono solo di corridoio) e le ragioni sono principalmente due, ancora tutte da chiarire: o Bonolis crede di essere un Dio in terra e ha preso la tv come un suo piccolo mondo da plasmare a piacimento, oppure ovunque vada le sue idee innovative sono sempre bocciate, e questo provoca rotture.
Innovative? Direte voi. Ok, non mi sto riferendo a Fattore C, che di innovativo aveva ben poco, ma piuttosto ad un programma come Il Senso della Vita, che può non piacervi ma è, se non altro, coraggioso. E quest'ultimo aspetto dovrebbe almeno essere un minimo apprezzato.

Poi c'è il discorso Bongiorno. Ogni tanto mi sembra che l'età si faccia avanti prepotentemente, tanto quanto la stima in se stesso. E' vero, è un pezzo importate della nostra tv, ma televisivamente parlando è rimasto esattamente al punto di partenza: presentatore di quiz era, presentatore di quiz è rimasto. E' obbligatorio cambiare? Certo che no, ma chi lo fa solitamente rischia e si mette in gioco; c'è chi ha il coraggio di farlo (Bonolis), e chi ha solo provato con risultati tristi: Mike a Paperissima Sprint, ad esempio.
Comunque una frase del genere è proprio da Mike, quello che modesto non lo è mai stato, quello che va ospite in tutte le trasmissioni e mette sempre l'"io" di fronte a tutti, trattando gli altri come essere inferiori, non tanto per cultura quanto per anzianità televisiva.
E' anche quello che in qualsiasi trasmissione non perde occasione per infilare uno spot pubblicitario delle sue trasmissioni, e anche se sta parlando degli eschimesi infila un bel "E ricordate che queste cose, eh, ad esempio, eh, sono molto ben trattate a Il Migliore, eh, in prima serata su Retequattro".

Insomma, non diamo troppo peso alle parole di Mike, preoccupiamoci piuttosto di Bonolis: delirio d'onnipotenza, impossibilità di lavorare come vuole o semplicemente ha sbagliato lavoro?
Io un'idea ce l'ho.
17

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Natale, tempo di cartoon's. Anche trasgressivi

Laura Pausini, un successo inarrestabile: siamo sopra le 500mila copie

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.