Meredith: Amanda e Raffaele assolti con formula piena

Il frullatore mediatico entra in azione ore prima della sentenza. In questo lasso di tempo sento dire qualsiasi cosa, in una vera e propria apoteosi di pornografia dei sentimenti e annacquamento delle emozioni.

Dal commento anatomico-descrittivo-emozionale: “Guardate gli zigomi di Amanda (stringono l’inquadratura, primo piano dell’orecchio sinistro di lei)… ecco, alza lo sguardo verso l’avvocato, piange, ora guarda per terra…” al commento Ma Come Ti Vesti – Real Time: “Indossa una camicina verde con…

cos’Š? Un soprabito nero…”

Poi arriva il giudice che li assolve, scene di giubilo, cronisti che fanno subito le pulci al sistema giudiziario americano e che si inorgogliscono per quello italiano, “il pi— antico del mondo, ricordiamocelo!” (non vi preoccupate, ce ne ricordiamo fin troppo bene).

Si collegano con il paese di Sollecito e vedo gente che sventola cartelli, foto e bandiere assiepata attorno all’inviata, e non si capisce pi— se stiano parlando di un processo per omicidio, d’una sagra paesana, d’una vincita al superenalotto o della vittoria di uno scudetto, al punto che m’aspetto di vedere spuntare Ibrahimovic con la coppa o Cavani col tricolore.

La folla alle spalle dei giornalisti saluta con la manina, e davanti al carcere gironzolano anche dei bambini sorridenti (alle undici e mezza di sera): cosa importa che si stia parlando d’un brutale assassinio? Ciao-mamma-sono-in-tv!

Ovviamente il parossismo lo si raggiunge per le immagini dei due che escono dal penitenziario, roba che cronisti e conduttori quasi sbavano sui microfoni. Per disperazione ci fanno perfino sapere che “in carcere sbattono le tazze contro le sbarre per festeggiare la liberazione di Amanda e Raffaele“. Che uno si domanda perchŠ non ci han fatto sapere come l’hanno presa al bar del tribunale, ad esempio. Una grave mancanza.

Qualcuno parla anche di complotti e operazioni sottobanco, affidandosi alle teorie pi— disparate: avevano tutti gli occhi addosso, la potenza mediatica degli USA, lei Š bianca e benestante ed Š stata assolta e ora far… i milioni mentre il nero brutto e povero (Rudy) Š rimasto dentro.

Non so. A me interessa il giusto. Non sono uno di quelli che s’appassiona ai Criminality Show, mi fido delle decisioni dei giudici: se li han liberati avranno avuto le loro ragioni. Mi piacerebbe, tuttavia, che ci spiegassero un paio di cose: come mai Amanda, che quindi non c’entrava nulla e non era neanche l, ha accusato Lumumba (beccandosi la condanna per calunnia)? Per paura? Aveva dei sospetti? E ancora: se ‘sti due ragazzi non son colpevoli, come mai si son fatti quattro anni di carcere? Pu• capitare anche a noi? Inquietante.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Amanda e Raffaele assolti, condannati i "serial talker" dell'orrore

Il re leone 3D: trailer e data d'uscita in Italia del successo Disney

Leggi anche
Contents.media