Maurizio Micheli su Tele dico io: "Il teatro dal vivo sar… una novit…"

Ho parlato con Maurizio Micheli in occasione della sua imminente millesima replica del cult teatrale Mi voleva Strehler. Vi propongo una sua affermazione, sulla quale riflettere.

La televisione oggi si è un po’ mangiata tutto, una volta le prime teatrali si vivevano come eventi della città, oggi invece esiste solo ciò che appare in tv, ed il teatro si è ridotto ad un club da condividere con gli amici, un luogo dove gli amatori si incontrano: è come un circolo dei francobolli.

In Inghilterra e Francia una prima teatrale è ancora una prima, come si intendeva una volta, qui invece ci buttiamo un po’ su tutto: esce un nuovo telefonino e tutti siamo già pronti a comprarlo. Riceviamo un continuo bombardamento di immagini registrate, e se continuiamo così lo spettacolo dal vivo, per assurdo, potrebbe presto diventare una vera novità.

Sono d'accordo, spero si possa presto sentire il bisogno di tornare all'evento vissuto dal vivo: a teatro. Per difenderci dal bombardamento che ci attende; perchè ora tocca ai telefonini.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Poco male Eva Henger, ci hai provato

Aldo, Giovanni e Giacomo su "Tele dico io"

Leggi anche
Contents.media