Marco Bocci e Laura Chiatti foto in treno e a Milano: presentazioni in famiglia e nuove effusioni

Anche oggi e finché crisi non li separi (se dovesse accadere i pettegolezzi si trascineranno comunque per molto tempo) parliamo di Marco Bocci e Laura Chiatti.

I fiori son fioriti e nuove foto immortalano la neo coppia alle prese con la fresca passione, puntualmente mostrata da un servizio di Chi.

L’amore va veloce – canterebbe Tiziano Ferro e così ,dopo essersi conosciuti a una festa a Roma qualche settimana prima di Natale, i due sono diventati inseparabili.

Un viaggio lontano da occhi indiscreti e un pranzo a casa dei genitori di Marco a Marsciano, per le presentazioni.

Dopo la giornata a casa Bocci la coppia è tornata a Roma e di lì si è diretta alla stazione Termini a prendere un treno che li ha portati a Milano. Baci e abbracci durante il viaggio. Arrivati a destinazione, mentre Marco ha presenziato alla sfilata Armani, Laura si è dedicata allo shopping.

Pare che la Chiatti abbia confidato ad amici “Ma io questo me lo sposo…” e che Bocci abbia trovato l’anima gemella.

Emma tace e si dà allo sport. Se parla lo fa solo per lavoro e l’argomento preferito è il padre:

Ho avuto un papà rock’n’roll, pazzo e amante della musica. Per me è stato praticamente inevitabile crescere con la musica, avevo la casa invasa dagli strumenti. Anche se da piccola, come tutti, avrei voluto fare l’astronauta prima, la veterinaria poi ed infine la campionessa di ginnastica artistica. La svolta è arrivata il giorno in cui mio padre mi ha sentito cantare una canzone di Mina. Da quel momento l’ho sempre seguito con la sua band, lo facevo per lui perché lo vedevo orgoglioso e felice. Ma poi pian piano ho cominciato a percorrere la mia strada cominciando a suonare per conto mio“.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fabrizio Corona lettera a Nina Moric: Sapere che sei stata mia moglie oggi mi fa sentire un fallito

Lo sguardo di Satana – Carrie: trailer e trama del remake horror del film di Brian De Palma del 1976

Leggi anche
Contents.media