Mara Venier su Nicola Carraro morto: “Mio marito è vivo e sta benissimo”

Una fake news circola da ore sul web e darebbe Nicola Carraro (marito della conduttrice Mara Venier) per morto: il commento a riguardo della Venier arriva con un post su Instagram.

Da alcune ore circolava sul web la fake news riguardante la morte dell’amato marito di Mara Venier Nicola Carraro. La smentita è arrivata direttamente dalla conduttrice televisiva sui suoi canali social che ha gridato allo scandalo e ha informato i suoi followers del fatto che il marito non sia assolutamente morto.

Mara Venier smentisce la notizia di Nicola Carraro morto

Su alcuni siti internet circolava da qualche ora la notizia che dava Nicola Carraro (il marito di Mara Venier) per morto.

A smentire la fake news è stata proprio la “zia” della tv Mara, che sul suo profilo Instagram ha pubblicato una foto di uno degli articoli in questione e ha fatto chiarezza sulla notizia.

Nella didascalia della foto pubblicata dalla conduttrice televisiva viene dichiarato da lei stessa che il marito non è affatto morto, ma accusa solamente un forte mal di denti. La Venier non si è inoltre astenuta dal criticare aspramente i giornalisti che hanno pubblicato la notizia della presunta morte del marito, concludendo il tutto con la tipica espressione romana “mortacci vostra”.

Sembra quindi che non ci sia stato alcun tipo di problema di salute per il marito di Mara Nicola Carraro e che tutte le notizie pubblicate nella giornata di oggi a riguardo fossero solo fake news. Il post di Mara, intanto, ha già raggiunto un numero considerevole di likes e molti sono i commenti di supporto riguardo alle critiche mosse verso i giornalisti artefici degli articoli incriminati.

View this post on Instagram

A post shared by Mara Venier (@mara_venier)


LEGGI ANCHE: Raffaella Mennoia in ospedale: “Non vedo l’ora di tornare alla vita”;

Categorie Gossip Tag
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fantaghirò: in arrivo il reboot della serie con Alessandra Martines

Extraliscio a Sanremo: “Portiamo al Festival il nostro punk da balera”

Leggi anche
Contents.media