L’Ultimo Paradiso, Netflix: il trailer del film con Riccardo Scamarcio

L'Ultimo Paradiso, disponibile su Netflix dal 5 febbraio 2021, è diretto da Rocco Ricciardulli e scritto da lui e da Riccardo Scamarcio: il trailer.

L’Ultimo Paradiso è il nuovo film disponibile su Netflix a partire dal 5 febbraio 2021. Prodotto da Lebowski e Silver Productions, è stato scritto da Rocco Ricciardulli e Riccardo Scamarcio. Il trailer, diffuso dalla nota piattaforma streaming, anticipa qualche scena.

L’Ultimo Paradiso Netflix: trailer

Disponibile su Netflix dal 5 febbraio 2021, L’Ultimo Paradiso è prodotto da Lebowski e Silver Productions. Diretto da Rocco Ricciardulli, è stato scritto da lui stesso e da Riccardo Scamarcio che è anche produttore.

Le riprese, che sono durate sette settimane, sono state effettuate a Gravina in Puglia, Bari e Trieste. Il cast è composto da nomi molto amati del panorama cinematografico internazionale, come: Riccardo Scamarcio, Gaia Bermani Amaral, Antonio Gerardi e Valentina Cervi.

L’Ultimo Paradiso è ambientato nel 1958, in un piccolo paese del Sud Italia. Il protagonista si chiama Ciccio (Riccardo Scamarcio) ed è un contadino di 40 anni. Sposato con Lucia (Valentina Cervi), con la quale ha un figlio di 7 anni, sogna di cambiare le cose e lotta con i suoi compaesani contro chi sfrutta i più deboli. Ciccio è innamorato di Bianca (Gaia Bermani Amaral), la figlia di Cumpà Schettino (Antonio Gerardi). Quest’ultimo è un proprietario terriero che, da tanti anni, sfrutta i contadini e incute loro timore.

Ciccio vorrebbe fuggire insieme a Bianca ma, non appena Cumpà Schettino li scopre, una serie di eventi sconvolge la vita di tutti. Da questo momento niente sarà più come prima.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Showteller & Drama Addicted (@show_addicted)

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Un sacchetto di biglie, il film su Rai1: trama, cast e curiosità

Gf Vip, il rifiuto di Giorgio Manetti: “Non mi interessa”

Leggi anche
Contents.media