Home » Televisione » Lucio Presta contro Barbara D’Urso: “Scempio e orrore”

Lucio Presta contro Barbara D’Urso: “Scempio e orrore”

|

Lucio Presta si scagliato contro Barbara D'Urso e ha chiamato in causa anche i vertici Mediaset.

Lucio Presta, noto agente dei Vip e marito di Paola Perego, si è scagliato contro Barbara D’Urso. L’uomo, attraverso il suo profilo Facebook, ha tirato in ballo anche Mediaset chiedendo un loro intervento per fermare questo “scempio”. Come reagirà Carmelita all’affronto?

Lucio Presta contro la D’Urso

Lucio Presta non ha peli sulla lingua ed è un vero e proprio fiume in piena. L’agente dei Vip e marito di Paola Perego si è scagliato contro Barbara D’Urso e ha chiamato in causa anche i vertici di Mediaset. Lo sfogo dell’uomo, arrivato dal suo profilo Facebook, è andato in scena dopo la tanto ‘chiacchierata’ preghiera detta in diretta a Live da Carmelita e Matteo Salvini. Lucio ha esordito:

“Pensierino del mattino in tempo di Coronavirus: posto che l’orrore televisivo che produce ogni giorno, ogni mese, ogni anno la suora Laica in paillettes (naturalmente nulla a che fare con le Suore Laiche vere che sono esempi da seguire ) è ormai da tempo sotto gli occhi di tutti e quindi vorrei non tornare sull’argomento, quello che mi domando ogni giorno è: come mai la Testata giornalistica VIDEONEWS accetta di mettere la Firma su tanto poco e tanto orrore? Conosco da molti anni gli uomini che sono a capo di quella Testata giornalistica, anzi devono a chi scrive se hanno la gestione del pomeriggio di Canale 5, da anni ormai, essendo io quello che chiese ed ottenne da Mediaset il passaggio dalla gestione TG5 a quella di Videonews per sopraggiunte divergenze con CDR del Tg di allora durante la conduzione Perego, e posso dimostrare che ci sono delle persone capaci che sanno fare Tv e quindi è difficile da comprendere”.

Presta dimostra di essere a conoscenza di meccanismi e avvenimenti specifici che solo gli addetti possono conoscere e non teme di definire la ‘rivale’ una “suora laica in paillettes”.

Presta senza peli sulla lingua

Lucio ha proseguito:

“Si potrebbe obiettare che forse è l’Editore in persona che desidera mettere in onda questo scempio mal digerito anche dagli altri Talents delle reti Mediaset, ma conoscendo da ormai almeno 15/20 anni l’attuale board e proprietà mi sento di dire che lo trovo impossibile da accettare e da crederlo anche perché lo stile di PierSilvio è davvero altra categoria. Il mistero allora si infittisce, perché la Testata, il cdr, l’ordine dei giornalisti etc permettono ciò? Io faccio da tempo la mia parte e nessuno dei miei assistiti va ospite dalla Signora delle paillettes e la mia parte credo di averla fatta, ora che la facciano gli altri. Oppure serve a qualcosa o qualcuno che ci sia in onda questo scempio? Tacere equivale ad essere complici di tale orrore e personalmente non amo esserlo. Ah saperlo”.

Presta, in pratica, ha dato seguito alla petizione lanciata su Change.org per chiedere la chiusura dei programmi della D’Urso. Lucio, ovviamente, è stato molto cauto e non ha mai citato Barbarella ma non serve un genio per capire il destinatario del suo sfogo. Come reagirà Carmelita? Un “salutame a sorreta” è dietro l’angolo. Alla prima occasione, la conduttrice sfodererà il suo stile ‘kazziatone’ e sgancerà la sua replica al vetriolo.

Scritto da Fabrizia Volponi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Belen e Stefano, secondo figlio: “In quarantena ci proviamo così”

GF VIP, anticipazioni 1 aprile: chi uscirà tra Patrick, Antonio e Paolo?

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.