L'Isola del Naufragio: Giorgio Gori annuncia la fine del format Reality

"I reality si esauriranno, come tutto in tv. Anche se sono stati un'onda lunga che ha attraversato nazioni diverse e che ha cambiato la televisione".

Lo profetizza Giorgio Gori, uno dei massimi promotori di questo genere in Italia: come direttore di Canale 5 ha lanciato Grande Fratello e come dirigente di Magnolia produce L'Isola dei Famosi.

In un intervista a Sat zone a Vanity Fair ripresa on line da Telecamereblog in cui annuncia di volersi dare alla politica, l'ex dirigente di Mediaset spiega la formula del successo dei reality: la voglia di backstage!

"…

la gente ha bisogno di vedere che cosa c'è dietro le quinte. I reality hanno dato espressione ad un bisogno che c'era già: il retroscena".

In vena di promo-confidenze per lanciare la nuova edizione dell'Isola, svela dunque una serie di chicche che appartengono al backstage del backstage: il salario di Tequila sull'Isola era simile a quello di un elettricista, e le sorelle Boccoli sono naufragate tra le lacrime durante i provini..

"La popolarità non conta, contano le personalità. Al Bano è sicuramente il concorrente più costoso che abbiamo avuto. Ma non ha preso neanche la metà del milione di euro di cui si favoleggiava. Il più economico è stato Antonio Zequila. Ci è costato, credo, 500 euro a puntata. Ma sono sicuro che, per partecipare, avrebbe pagato lui. In proporzione, ha reso tantissimo…".

A proposito delle selezioni, il presidente di Magnolia spiega.

"I casting sono sedute psicoanalitiche. Le sorelle Boccoli, ad un certo punto, piangevano tutte e due. Succede, quando si scava nelle dinamiche familiari. La famiglia è sempre il luogo dei sentimenti e dei conflitti più forti. Anche se queste vicende non vengono narrate in video, finiscono per mettere in circolo un'emotività che rivela i lati nascosti, infimi, dei concorrenti. I meccanismi dell'Isola, come la mancanza di cibo, la lontananza da casa, servono a far cadere le barriere di protezione che i personaggi si sono costruiti".

"L'Isola demolisce lo stereotipo della star che è, per definizione, perfetta, sorridente, fortunata. Invece, qui vedi il lato B: il momento di sconforto, il comportamento che talvolta contraddice l'atteggiamento di facciata…"

Come chicca finale, l'artefice di Magnolia svela il "lato B" di uno dei partecipanti alla nuova edizione dell'Isola. 

"Di Massimo Ceccherini, noto come talento comico, stupirà la capacità di tenerezza…"

Lo sdolcinato copione del povero Ceccherini è già scritto: chi gli darà il bacino della buonanotte?
Vai al sito della società di produzione televisiva diretta da Giorgio Gori, Magnolia Vai alla conferenza Stampa di presentazione dell'Isola su Tv Boomerang, qui e quiVai al sito di Rai 2 dell'Isola

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Un'Isola dei Famosi pi— falsa che mai

Cultura moderna sostituisce la "Formula Segreta" di Amadeus

Leggi anche
Contents.media