La scimmia reality Mediaset: prima puntata, anticipazioni vip

Io e La scimmia un sabato pomeriggio: cronaca di un tormento televisivo

Complice un pranzo un po’ posticipato rispetto alla norma, ieri ho avuto modo di vedere la prima puntata del fantomatico reality La scimmia, nonostante io non sia un appassionato (pallido eufemismo) del genere televisivo.

Per chi non lo sapesse, La scimmia è un mix tra Il grande Fratello e Amici: 16 ragazzi che non sono riusciti a prendere il diploma vengono rinchiusi in una sorta di accademia delle meraviglie allo scopo di prepararli al grande passo, la Maturità (ragazzi, dopo però fermatevi, che tanto ora come ora l’Università pare essere del tutto inutile).

Primo terrificante problema dello spettatore ignaro: ingenuamente ci si aspetterebbe di vedere ragazzi alle prime armi, spauriti, un po’ timidi (lo so, sono fuori dal mondo); tutt’altro, c’è la classica sfilza di aspiranti tronisti, macho tormentati, tipi simpatici, ragazzine piacenti e bombe pronte ad esplodere. Aggiungete che la sigla è un balletto perfettamente coreografato in cui vengono mostrate generosamente le grazie dei suddetti alunni e potrete capire che la dimensione vérité del programma va a farsi benedire rapidamente.

Secondo problema: Giulia Bevilacqua, attrice principalmente di fiction, (Distretto di polizia) purtroppo non è tagliata per fare la conduttrice. Recita costantemente, forse senza accorgersene, e la sua affettata preoccupazione di essere inadeguata sfuma alla vista di un video delle storie travagliate degli alunni – e te pareva che era gente usuale – in un momento di tale emotività che sono dovuto andare in bagno.

Terzo problema: la lentezza e lo scarso interesse. La scansione del programma di Pietro Valsecchi (che ha introdotto quasi tutti i protetti della sua scuderia), nonostante si tratti di clip registrate e non di diretta, manca di ritmo e sopratutto non è funzionale al coinvolgimento del pubblico. Esempio lampante: i 6 studenti sospesi – ovvero in attesa di poter sfidare l’ultimo della classe (MA NON È AMICI, NO!) – non vengono minimamente presentati. A noi che importa della loro temporanea esclusione, quindi? E poi, perché dobbiamo sorbirci il preside che per 22 volte dice le solite banalità di rito a ogni alunno? PER 22 VOLTE?!

Inutile specificare che il percorso scolastico si è già trasformato nella solita giravolta telecomandata dagli autori di amori, litigi, amicizie, lacrime (e sangue) che abbiamo imparato a conoscere dal GF. Stendiamo poi un velo pietoso sull’intervento di Checco Zalone insegnante per un’ora, che nelle prossime puntante sarà seguito dai due soliti idioti.

Ma in realtà questo ci meritiamo, ossia la ridicolizzazione della scuola, proprio nel momento storico in cui viene smantellata dalla fondamenta!     

LINK UTILI

La Scimmia, prima puntata: tra lezioni, conflitti, vip e prof-macchiette

La Scimmia, partito sul web il nuovo “reality” di Italia 1: foto degli studenti

La scimmia: ecco gli studenti e i professori del nuovo reality show, in onda su Italia 1 e sul web

La scimmia, Giulia Bevilacqua conduttrice del reality di Italia 1: si parte sabato 6 ottobre alle 14

La scimmia, Pietro Valsecchi: “Primo programma pensato per il web, se avrà successo andrà in tv”

La scimmia su Italia 1, Pietro Valsecchi: “Vorrei coinvolgere Benigni, Vecchioni e Celentano”

La scimmia, aperti i casting per il nuovo programma di Italia 1: 18-24enni e il diploma mancato

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Isola dei Famosi: la classifica dei momenti più trash del reality

Vasco Rossi su Facebook: il cantante torna dopo il ricovero con un video ed è pioggia di messaggi

Leggi anche
Contents.media