La ri-prova del cuoco: l'deatore Carlo Raspollini contesta Aldo Grasso

Ho pubblicato ieri su Format una e-mail ricevuta dall'ideatore ed autore de "La Prova del Cuoco" ,Carlo Raspollini, ma ho anche scritto nel mio commento un'inesattezza.

Ho collegato infatti la critica espressa da Raspollini nella sua lettera all'articolo sbagliato.

Rettifico oggi. 

L'ideatore della rubrica di Rai Uno rivendicava con la sua missiva la validità dell'Educazione Alimentare divulgata dalla Rai, contestando una frase contenuta in un mio articolo non precisato, che sosteneva viceversa che la Tv di Stato non fa informazione di qualità in questo campo.

Visto che la mail di Raspollini indicava un riferimento generico ad un mio scritto, ho attribuito la sua contestazione alla frase pronunciata da Luigi Veronelli in un'intervista da me curata nel 2003.

Ho fatto questa associazione anche perchè ho ricevuto la mail ad un indirizzo di posta del mio sito personale , www.wuwuwu.it, dopo ho per l'appunto ripubblicato questa vecchia intervista.

Il "rimprovero" di Raspollini si riconduce invece ad una frase di Aldo Grasso, da me citato in un post di Format dedicato allo stesso Luigi Veronelli e in cui citavo anche l'intervista di cui sopra.

Il critico televisivo del Corriere, dopo aver esaltato gli insegnamenti dati da Veronelli con la prima rubrica di cucina in tv, 'A tavola alle 7' del 1974, e con le sue trasmissioni successive, concludeva affermando che
"Ora la tv non fa più educazione alimentare (salvo rari casi) ma turismo gastronomico; più preoccupata degli sponsor che della salute del cittadino".
Fatta la precisazione, (chiedo le attenuanti per concorso di colpa!) ecco il link al post che ha suscitato la critica di Carlo Raspollini.Vai all'email dell'autore de La prova del Cuoco

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Il "Fattore C" di Bonolis non convince Berlusconi

Chicche Tv: alla vigilia dell'11 settembre, ecco l'eccezionale video che mostra come sono state costruite le Torri Gemelle nel 1970

Leggi anche
Contents.media