Kate Winslet e le taglie comode: "Sono grata per il mio sedere"

La protagonista di Titanic 3D a nudo su Vanity Fair: “La taglia 38 non esiste, ce l’ha solo mia figlia che ha 11 anni”.

“Quando avevo 20 anni facevo finta che non mi interessasse, ma in realtà soffrivo per quello che mi dicevano sul mio fisico. Con il tempo, ho imparato a fregarmene dei chili di troppo. Anzi, sapete cosa vi dico? Sono grata del mio sedere“.

Kate Winslet si confessa a Vanity Fair e spezza una lancia per le taglie abbondanti: “Voglio dire ancora una volta che la normalità non è quella che ci fanno vedere.

Io neanche le conosco le donne che portano la taglia 38; anzi, una sì, ma non vale perché è mia figlia di 11 anni”.

Se la protagonista di Titanic e di Titanic 3D in passato si era scagliata contro la chirurgia estetica del ritocchino, questa volta se la prende con chi fa passare il messaggio che bisogna essere magrissime per piacere.

Quest’anno è tornata protagonista al cinema con la proiezione in tre dimensioni di Titanic, Kate ha deciso di prendersi una pausa: “Mi prendo sempre un anno sabbatico abbondante tra un film e l’altro. Per avere il tempo di fare raffreddare le cose, di rallentare un po’ il ritmo”.

LINK UTILI:

Kate Winslet al Chiambretti Wednesday Show

Titanic 3D 2012 uscita Italia: in Cina censurato il seno di Kate Winslet

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Anne Hathaway con il braccio ingessato: incidente sul set?

Miley Cyrus e la braless-mania: paparazzata ancora senza reggiseno!

Leggi anche
Contents.media