Kate Middleton topless: la rabbia della Casa Reale su Silvio

Dopo l’uscita delle foto della principessa Kate in topless la Casa reale ha cercato di convincere Berlusconi – editore di Closer – a ritirare gli scatti. Ma Silvio su certe questioni di principio è inamovibile…

A Buckingham Palace sono davvero furiosi e pare le abbiano tentate tutte per convincere Silvio Berlusconi, editore di Closer (il giornale che ha pubblicato le foto del topless della principessa Kate) a cestinare gli scatti dello scandalo.

Ma senza nessun risultato, tanto che pure il nostrano Chi si appresta ad uscire rilanciando il servizio sulle tette regali della Middleton.

Me lo immagino Silvio, che di fronte alle pressioni inglesi sciorina tutto il suo repertorio sulla storiella dell’ editore liberale, quello che non interviene mai sull’autonomia delle testate e il lavoro dei giornalisti. Di sicuro, ha anche raccontato delle fotografie del topless di sua figlia Marina pubblicate da solito Chi: un editore talmente corretto, da non intervenire neppure per difendere la privacy della primogenita!

Poi certo, tale primogenita è anche al vertice di Mondadori, quindi le foto se le sarebbe potuta bloccare da sola; da qui la certezza, più che il sospetto, che la signora gradisse l’operazione e la valorizzazione delle sue curve confezionata dal dipendente Signorini. Però insomma, non lo si può negare: quando si tratta di tette Silvio è un vero liberale. Per tutto il resto, ovviamente no. Ma almeno questa concediamogliela.

(In alto Kate Middleton – fonte: Fashion Identity).

Altri link:

Kate Middleton topless: la principessa è nuda (e anche le smanie di internet)

Kate Middleton topless: le foto scandalo della principessa su Closer, la gallery

Kate Middleton topless: famiglia reale infuriara, il comunicato ufficiale

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Kate Middleton topless: foto pubblicate, Mondadori denunciata dalla Famiglia Reale?

The Apprentice Italia, Flavio Briatore e concorrenti: domani al via

Leggi anche
Contents.media