Home » Attualità » Gossip » Kate Middleton incinta: la Regina preme, deve andare in vacanza!

Kate Middleton incinta: la Regina preme, deve andare in vacanza!

| , ,

Anche sua Maestà sta iniziando a perdere la pazienza: quando arriva il Royal Baby?

Inutile stare a girarci intorno: nel Regno Unito, e un po’ in tutto il resto del mondo cosiddetto civilizzato (la ragione di quel “cosiddetto” è facile da intuire) è scoppiata la Royal Baby mania.

L’attesa per il pargolo reale britannico ha raggiunto livelli di guardia, e migliaia e migliaia di spettatori non riescono a staccare gli occhi dalla webcam installata dal tabloid Sun davanti al St Mary’s Hospital di Londra, il luogo in cui Kate Middleton partorirà la creatura dal sesso e dal nome ancora sconosciuti.

Molti altri, però, stanno iniziando a dare segni di irrequietezza, dato che la felice conclusione della gravidanza era prevista ufficialmente per il 13 di luglio, come dichiarato dall’ufficio stampa monarchico. Tra gli scontenti – udite udite – sembra esserci anche la Regina Elisabetta II, prossima bisnonna dal sangue blu.

Secondo il corrispondente della BBC, Peter Hunt, alla precisa domanda su una sua prefenza per un maschietto o una femminuccia, l’anziana regnante dalla smisurata collezione di cappellini avrebbe pronunciato testuali parole: “I don’t think I mind. I would very much like it to arrive. I’m going on holiday/ Non mi interessa. Vorrei molto che arrivasse. Sto per andare in vacanza“.

Tipica freddura di british humour, forse quantomeno fuori luogo visto che si parla in ogni caso della nascita di un erede al trono.

Nel frattempo la nostra vecchietta preferita, lasciata da parte per un attimo la questione neonatale che dovrebbe risolversi nel weekend, ha firmato e quindi ratificato la legge che permette i matrimoni omosessuali. Il parlamento britannico ha quindi definitivamente equiparato il matrimonio civile e religioso tra persone dello stesso sesso e di sesso opposto: le celebrazioni partiranno dal 2014 ma saranno consentite solo in Inghilterra e Galles, dato che Scozia e Irlanda del Nord possiedono autonomia legislativa in merito a questioni del genere.

Così, nel caso tra qualche anno il Royal Baby dovesse scoprirsi gay non troverà impedimenti di sorta a sbarragli la strada della felicità. Ci sovviene però una domanda fondamentale: e la successione reale?

Foto: Getty Images

Scritto da Style24.it Unit

Scrivi un commento

1000

Pussy Riot news: canzone contro Putin e l'oligarchia petrolifera

Rupert Grint: curiosità e vita privata di Ron Weasley di Harry Potter

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.