Isola dei Famosi, una tempesta si abbatte sulla quarta puntata: Š l'inizio della fine

Lo so, lo so, tutti qui ad aspettare la cronaca della nostra amata inviata sull'Isola dei Famosi. Eh, come dirvelo? La cronaca nun ce sta. Elisa ha perso il volo per l'Honduras e ieri sera non è riuscita a spiare i naufraghi; dopo il lunedì nero delle Borse ci attende un martedì nerissimo.

Come fare? Qui si rischia una rivolta. Il sottoscritto ieri sera era fuori a cena e non ha visto nemmeno cinque minuti, è andato in panico quando sull'amato iPhone ha ricevuto la mail di Elisa che annunciava la tragedia: "Persa coincidenza per Honduras, no cronaca dell'Isola, ora bloccata a Singapore, torno a casa" (il perchè della mail scritta in stile guerra mondiale ancora è da chiarire, la sua presenza a Singapore pure, vi terrò aggiornati).

Bene, come già accaduto gli anni scorsi c'è bisogno di tutti voi. So che avete seguito l'Isola e ne avete colto gli attimi più interessanti, oltre ad averne respirato a pieni polmoni l'alto tasso culturale, quindi potreste contribuire alla creazione di questo post con brevi pensieri che possano dar cita ad un resoconto affidabile da lasciare in rete ad uso e consumo dei posteri. Sono cose, lo so.

Potete anche scrivere una spataffiata di 75 cartelle, scegliete voi, il contributo sarà gradito sotto qualsiasi forma. Molteplici saranno anche le forme di pagamento, non potrò retribuirvi con i mille euro a cronaca promessi ad Elisa e ovviamente mai pagati (cioè, se volete li prometto anche a voi), ma un pacca virtuale sulla spalla e un link di riconoscenza non verrà negato a nessuno. 

Che famo, ci proviamo? I contributi potete lasciarli nei commenti (ci penso io a riportarli nel post. Bè, ovvio direte voi, noi come potremmo farlo? Eh, infatti) oppure inviarmeli via mail a teledicoio@gmail.com, anche in questo caso provvederò a pubblicare le osservazioni direttamente nel post.

Fatevi sotto. Se non dovessero arrivare cronache o breve riflessioni sulla serata il post si autodistruggerà nel primo pomeriggio. Come se la quarta puntata non fosse mai esistita. Comunque sia sì, Simona Ventura lassù sta indicando proprio voi. E' una minaccia.

UPDATE: arrivano i contributi, bloccata l'autodistruzione.

                                          – Massimo
Iniziamo dalla perla della serata, la frase celebre: ebbene sì la Ventura si è trasformata in latinista ed ha lanciato uno stupendo. "Dada tracta est" (traduzione per i non latinisti: il dado è tratto). Altra doverosa segnalazione: Michi Gioia è stata eletta per acclamazione la Domiziana Giordano del 2008, ovvero la bambolina vodoo che può prendersi tutti gli insulti e tutte le accuse con conseguente ola da parte del pubblico in studio. E non dico che non siano meritati 😉

                                          – Rashid
l'ho vista solo verso la fine e a tratti. Posso dirti però che è entrato un nuovo naufrago VIP, ma che nessuno ha mai visto nè conosciuto, quindi potrebbe essere un NIP… e invece è il marito di Ivana Trans, come ha capito il bidello, Ivana chi? Ah, la miliardaria.

     – Paul S. ci propone la cronaca della serata (grazie mille e complimenti) –

La quarta puntata de “L’Isola dei famosi” si apre con un sunto di stampo letterario, à là “Robinson Crusoe”, imperniato sulle ultime vicende del branco di disp… dei coraggiosi naufraghi. L’idea sarebbe anche carina, se non fosse colpevolmente incentrato sull’abbondante deretano della Marini. Abbondante, però, mi dicono non sia politically correct. La Ventura insiste a definire “giunonico” ogni elemento, fisico o mentale, riguardante Valeriona, e chi siam noi per contraddirla? “Giunonico” deretano, dunque.

Simona si palesa tra gli applausi dei “prigionieri pungolati dai prodighi lacchè simonaventuriani” che vengono definiti “pubblico”, e parte lancia in resta: lo scopo è demolire le residue resistenze di Chiara, concorrente non-famosa che il giorno prima aveva palesato la volontà di andarsene per (a noi ignoti) problemi fisici. La sado-conduttrice, che solo ieri era andata in bestia per quello che probabilmente ritiene il Maximo Affronto Udibile da Orecchio Venturiano (ritirarsi da un Suo gioco, ergo metterLa in difficoltà non permettendoLe di guadagnare abbastanza), scambia quattro chiacchiere con la ragazza, la quale *sorprendentemente* dichiara di non stare poi così male e di voler rimanere sull’Isola.

Il fatto che il buon Magnini e vari collaboratori, non inquadrati, le mostrino per tutto il tempo una simpatica bambolina voodoo minacciando di gettarla nel fuoco non vi tragga in inganno: non ha alcuna rilevanza. Senza contare le figuracce che vengono riservate a Maria Grazia, gemello maligno del nano Tatù di fantasilandia, e al suo ‘compagno di merende’ Alessandro lo skipper, fustigati senza appello per aver mancato di rispetto, nel corso della settimana, rispettivamente alla Valeriona nazionale e allo squinternato (ma a mio avviso spettacolare) Carlo Capponi.

Geniale qui la Marini che, dopo aver ascoltato in un video l’ennesima serie di improperi a lei rivolti da Maria “Chucky la Bambola Assassina” Grazia, se ne esce con un “Ammaza che iena” un secondo prima d’accorgersi d’essere inquadrata. Assistiamo poi all’entrata di Michi Gioia, l’eliminata della scorsa settimana. Con passo traballante, Michi scende le ripide scale che la separano dalla gogna… ehm, dalla sedia.

In collegamento dallo sgabuzzino di Casa Ventura, poi, ecco Flavia Vento, ritiratasi volontariamente sette giorni orsono. Simona spiega nuovamente sia a lei che a noi che, a causa dei continui ritiri di quest’anno, è iniziata l’Operazione Ostracizzazione dei Non Allineati, ovvero un cordiale diktat che impone ai concorrenti che lasciano l’Isola senza essere deceduti l’esilio vita natural durante dalle trasmissioni targate Ventura. “Me cojons!”, esclama atterrito il pubblico da casa, tornando a mangiucchiarsi le mani per l’emozione.

Vi è poi un gradevole dibattito tra Michi Gioia e Vladimir Luxuria, con la seconda che ha osato scimmiottare la prima in sua assenza. “Tu sei falsa, no tu lo sei” eccetera, con contorno di offese di Giuseppe, compagno (d’osteria?) di Michi, verso Luxuria, offese – se non erro – riguardanti la sua posizione in seno al Parlamento. Uno scambio tra lord inglesi, insomma. Sorvolerei su Flavia Vento, che si dibatte tra un perentorio “Basta con ‘sta storia di Totti” e un fervido “Ho resistito addirittura due settimane!” (cosa che secondo lei dovrebbe dimostrare la sua buona fede ed i suoi buoni propositi), inciampando poi in una discutibile diatriba a distanza con una tizia non meglio identificata, che la accusa a mezzo stampa di essere una rovinafamiglie ed una infingarda che ruba gli uomini altrui… tutti argomenti di cui il mondo intero, sull’orlo della crisi economica, non può proprio fare a meno, direi.

Ah, è uscito anche Daniele, non famoso. Anche lui per problemi fisici. Anche lui in collegamento dalla sala d’attesa del reparto cerebrolesi di casa Ventura. Gli viene riservato uno spazio di tempo enorme rispetto al suo reale contributo sull’Isola, in cui prevalentemente
a) ha pianto,
b) è rimasto sdraiato,
c) ha osservato rapito il fuoco.

Dopodichè, l’apoteosi: entra in scena Giucas Casella. Smagrito, scombinato, spaesato come solo la De Filippi in una biblioteca, deambula trasognato per lo studio in cerca di “Giàms”, suo figlio. Viene fatto accomodare di fronte a Simona per alcune domande, e qui accade l’imponderabile. Giucas, in evidente stato confusionale, dapprima emette una serie di suoni sconclusionati: “Eh bè… Giàms, Giàms!… iostavobene… bè… STAVOBENE!… Giàms!… bè… laglicemiasialza…”, per poi uscirsene con una frase che avrà sicuramente fatto la gioia delle tardone: “Simona, io stavo bene, la mattina un’EREZIONE TREMENDA!”. E alè, viva l’eleganza, giù scrosci di applausi!

Tra Carlo Capponi e Sonia Nonsoilcognome viene sparata fuori e rimandata a casa l’anonima Sonia (per la gioia di Maria “Bambi killer” Grazia ed Alessandro), ma con tutto quel che accade quasi non ce ne si accorge, anche perché è il momento del nuovo concorrente: rullo di tamburi, l’eroe è… Rossano Rubicondi! Lo vediamo appollaiato a poppa di una barca al largo di Cayo Paloma, vestito con giacca, pantaloni, sorriso e (parrebbe) nient’altro. Per chi non lo sapesse, questo palestrato trentacinquenne è il quarto nonché attuale marito di Ivana Trump. Il che significa che è solamente una delle persone più ricche d’America.

Il che significa che, mediamente, in termini di “star-power” e di “conoscenze giuste” è cento volte più potente di qualsiasi cosa sia mai approdata sull’Isola. Ci siamo fin qui? Abbiam capito di cosa si sta parlando? Bene. Carlo Capponi lo vede arrivare, chiede chi è, gli viene risposto “Il marito di Ivana Trump” e lui se ne esce con un epocale “Ivana TRANS?”. Infarto in diretta per Simona Ventura, ma si prosegue.

E’ tempo di nominations: Maria Psycho Grazia ne piglia cinque per il suo atteggiamento “aggressivo”. Alessandro, leader della settimana, spedisce al televoto ancora Carlo, dimostrando l’acume di una zappa: il pubblico al momento è schierato con Carletto, inutile nominarlo, si perde solo tempo. I due non si sopportano neanche lontanamente, con Carlo che sbotta “Sei un vendicatiiiivo!!! (con accento bolognese)” e col napoletano che ribatte “E’ solo coerenza, statt zitt”.

Parere personale: la strafottenza e l’aura di falsa umiltà di ‘sto ragazzetto non le reggo, il sorrisetto che aveva quando ha nominato Carlo è stato degno di un horror movie. La puntata si chiude con l’approdo di Massimo Ciavarro su una nuova isoletta, denominata Cayo Pellicano (se non sbaglio), in cui dovrà lavorare, solo soletto, per i prossimi sette giorni, intrecciando corda e mangiando riso. Simona, con il piglio (e l’ottenebramento mentale) che sappiamo esserle proprio, ci saluta e ci dà appuntamento “a testa dritta e schiena alta” (parole sue) tra una settimana.
Spero vada bene. Saluti a tutti 🙂

                                         – laura sottolinea –
sottolineo…la giustissima posizione di simona a favore di vladimir..dopo le offese di quel pezzo di plastica di michi gioia…ma poi..chi è????che fa?????mah…!!!w il cervello ancora pieno di vladimir!!ciao laura

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Decameron Pie, quelle tette di Elisabetta Canalis: suvvia, non c'Š vergogna…

Davvero di Virginio: Alla mia età di Tiziano Ferro, plagio?

Leggi anche
Contents.media