Home » Televisione » Scenari dei Media » Il "telecomando invisibile" arriva nei negozi: cambieremo i canali tv con la mano

Il "telecomando invisibile" arriva nei negozi: cambieremo i canali tv con la mano

| | ,

N.d.r Un sistema simile al telecomando "gestuale" si può già provare on line sul sito Campspace

© 9Colonne – Roma, 18 gen (servizio di Ernesto Siciliano, citare la fonte)

Come in un film di fantascienza.

Fra pochi mesi, cambieremo il canale del televisore con un gesto della mano. Le maggiori aziende informatiche si apprestano a distribuire un sistema di controllo remoto che rivoluziona l'interfaccia uomo-macchina.

La tecnologia consente di comandare la tv semplicemente puntando un dito nell'aria o ruotando il polso. Non solo. Il controller sostituisce anche il mouse.

Potremo infatti usare la mano, tenendola a distanza dallo schermo, per gestire gli oggetti del desktop del computer, come faceva Tom Cruise nell'avveniristico film Minority Report.

"Per passare in rassegna i canali – spiega Ashlee Vance, giornalista e guru informatico americano- sarà sufficiente fare con la mano il medesimo gesto che fate sfogliando una rivista."

L'innovazione si basa su un una telecamera che vede in 3D. Sarà installata alla base dei nostri apparecchi. La sua funzione è simile a quella che svolge oggi il sensore a raggi infrarossi che gestisce il telecomando: scansiona il movimento delle mani e lo traduce in un input. Il brevetto è stato presentato al Consumer Electronic Show che si è tenuto a Las Vegas.

La prima applicazione concreta di questa ricerca sarà nei negozi già entro il 2010. Si tratta di un nuovo sistema per videogiochi della Microsoft, conosciuto per ora col nome Progetto Natal

La Hitachi metterà in commercio quest'anno i televisori a comando gestuale. Altre aziende dovrebbero inoltre vendere i primi laptop e computer "manuali".

I tecnofili sanno bene che ,in fondo, la nuova tecnologia è già una realtà su internet.

Si può provare sul sito di CamSpace ,un servizio gratuito online che consente di giocare con i videogames utilizzando la webcam e fornendo i comandi con le mani. Il controller è stato ideato dall'americana CamTrax Technologies ,una società privata composta da esperti di computer vision. I giocatori possono scegliere se azionare i comandi a mani vuote o impugnare un oggetto qualsiasi.

"CamSpace- spiega l'azienda- vi permette di giocare con oggetti di uso domestico e una webcam standard. Un ritaglio di carta diventa un joystick virtuale per battere il tuo simulatore di volo preferito. Puoi giocare a calcio con un bicchiere di plastica, o utilizzare il polpastrelli per spostare le carte in un solitario. L'unico limite è la vostra immaginazione!"

La ricerca di periferiche virtuali è stata resa popolare dalla Nintendo, la società che ha ideato per la console Wii , il sofisticato Wii MotionPlus. Una volta afferrato, il dispositivo consente di giocare a tennis, a ping pong e di simulare molti altri sport ricalcando il relativo gesto atletico con i movimenti delle mani. Wii Motion Plus rileva sia l'accelerazione, e dunque movimenti in linea retta ,come spinta, trazione, scuotimento, come le torsioni e rotazioni.

Dallo stesso filone di ricerca approdato alla periferica della Nintendo, che riproduce i gesti con totale fedeltà, nasce il telecomando del futuro presentato a Las Vegas che ci permetterà di accendere e spegnere la tv con uno schiocco di polpastrelli.

"Per rendere possibili queste strabilianti funzioni- scrive Ashlee Vance- le apparecchiature elettroniche hanno dovuto imparare a osservare il mondo circostante con minuscole telecamere digitali capaci di riconoscere un certo movimento della mano e distinguerlo da un gesto involontario, come grattarsi il naso. Altri ostacoli da superare erano la luce del Sole, l'illuminazione della stanza e la seccante propensione della gente a fare le cose più inaspettate. La svolta nelle ricerche è arrivata quando le telecamere sono diventate capaci di vedere il mondo in 3D. In una dimostrazione al Consumer Electronic Show, una telecamera è riuscita a distinguere le varie persone sedute su un divano di fronte e perfino a individuare le differenze della giacca, della camicia e della maglietta uno spettatore. Con una tecnologia così, per quanto possiate sforzarvi, di certo non riuscirete a perdere il telecomando."

Amici, il mistero di Davide Flauto

Grande Fratello 10, cronaca della tredicesima puntata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.