Il Restauratore: Lando Buzzanca e la preveggenza su raiuno

Negli USA c’Š Alcatraz, in Inghilterra Sherlock, noi abbiamo Il Restauratore. La nostra dimensione, evidentemente, Š quella dei Don Matteo, c’Š poco da fare.

V… che bello che Š Basilio, il Restauratore di Raiuno. Ha appena afferrato il telecomando e sta avendo una premonizione: “Uuh… ah… vincer• la serata, ma solo perchŠ di l… trasmettono roba pi— penosa di me“.

E’ curioso. Mentre negli USA producono Boardwalk Empire o Alcatraz, mentre in Inghilterra presentano Sherlock o Misfits, noi nel 2012 non riusciamo ad andare oltre a Il Restauratore con Lando Buzzanca.

Non esiste davvero alcun modo per smarcarsi da questo made in Italy fatto di atmosfere provinciali, trame banali e recitazioni azzardate? Ci piace davvero cos tanto?

Mboh. Abbiamo provato a far qualcosa di diverso, con gli Ispettori Coliandro ed i Romanzi Criminali, ma si Š rivelato pi— un’eccezione che un reale tentativo di invertire la rotta. La nostra dimensione, evidentemente, Š quella dei Don Matteo, c’Š poco da fare.

Ci• che pi— mi lascia perplesso, in queste produzioni italiane, Š lo svolgimento (bislacco) del racconto, la (poca) cura dei testi, le reazioni (melodrammatiche) dei personaggi. Tutto sbilenco, superficiale, smorfioso. E dire che un telefilm incentrato su un sensitivo (nel caso di Basilio/Buzzanca trattasi di preveggenza con un tocco di psicometria) potrebbe raccontare molto di pi—, ed in ben altro modo: Medium o Ghost Whisperer vi dicono qualcosa?

E’ una costante delle fiction Rai: si tende a semplificare cos tanto la narrazione che si finisce col renderla grottesca, anche attraverso un linguaggio da terza elementare e uno stile da favoletta anni ’80 ormai sorpassato. I dialoghi balordi o fasulli, infatti, non si contano: frasi da Bacio Perugina, perle di saggezza e Grandi Verit… (?) vengono snocciolate senza soluzione di continuit…, come se ogni singola parola dovesse suonare altruista o profonda, risultando invece spesso artefatta.

Da incorniciare (in positivo o in negativo, decidete voi) l’inverosimile protagonista-eroe, che sa sempre cosa fare, trova sempre le risposte giuste e si sacrifica per gli altri. Tutto il resto gli ruota attorno, fa da mero sfondo. Lascio volutamente da parte la questione effetti speciali, perchŠ 1) praticamente non ce ne sono, e perchŠ 2) ci• che c’Š – la “luce” durante le premonizioni – Š talmente sublime che non ha bisogno di commenti.

(Nella foto: pu• mai essere credibile un sensitivo che durante le premonizioni assume l’espressione di uno a cui stanno infilando un riccio di mare nelle mutande?)

Ti Š piaciuto l’articolo? Allora segui Teledicoio su Facebook e Twitter!

ALTRI LINK UTILI:

Il Restauratore, domenica su Rai1 la fiction con Lando Buzzanca e Martina Colombari

Alcatraz, la nuova serie di JJ Abrams: la state seguendo?

Don Matteo e la fiera dei buoni sentimenti

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Sanremo 2012: polemiche sulla Mrazova

Mario Monti sembra un Berlusconi presentabile

Leggi anche
Contents.media