I pubblicitari inventano il reality "creativo"

I pubblicitari italiani, autentici timonieri dei palinsesti televisivi, gradiscono i reality.

Anzi, di più.

Amano talmente questo genere così prodigo di ritorni economici nei loro confronti da diventare loro stessi protagonisti di un Web-format ispirato all’archetipo "The Big Brother".

Otto creativi si sono infatti auto-ingabbiati dentro la Triennale di Milano fino al 5 luglio per progettare una campagna sotto l’occhio elettronico delle telecamere.

Le webcam riprendono e trasmettono on line la loro sfida per creare il miglior lancio possibile di una nuova sede distaccata del museo che li ospita. 

"Protagonisti dell’insolita iniziativa -racconta il blog Marketingroutes- sono quattro coppie creative di quattro note agenzie pubblicitarie: Leo Burnett, D’Alv BBDO, United 1861, La Scuola di Emanuele Pirella che per la prima volta si daranno ‘battaglia’ sotto gli occhi di tutti".

"Infatti tutti i documenti e i progetti ‘partoriti’, tutte le bozze di story board, tutti i claim pensati oltre ovviamente ai pensieri personali, verranno ripresi e trasmessi in diretta via web cam con una sezione dedicata del sito dell’Art Directors Club. …Il 5 Luglio 2006 il "reality" terminerà e tutti i documenti ed i filmati prodotti diverranno la prima mostra, ovviamente all’interno della Triennale,  dedicata al lavoro dei pubblicitari, oltre ovviamente alla campagna scelta per la nuova sede distaccata. Il test si avvarrà anche di un podcast".

Il reality, genere versatile, universale e indistruttibile, si conferma trionfatore dell’inedito derby dei pubblicitari.
Vai al reality dei pubblicitari (il link con la webcam è nella parte inferiore della pagina) Vai al mio post su pubblicitari e format tv Vai al blog Marketingroutes

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Maurizio Costanzo in carcere: plagio di Rai Tre

Conflitti sulla Tv per neonati: gli psicologi la bocciano, ma altri psicologi la scrivono

Leggi anche
Contents.media