Home » Attualità » circuiti mediatici » Hollande presidente e Referendum anticasta in Sardegna alla tv

Hollande presidente e Referendum anticasta in Sardegna alla tv

| , , , , , ,

Il trionfo di Hollande occupa l’apertura di tutti i tg: sempre di più ciò che succede fuori dai nostri confini incide sulla nostra vita. Intanto in Sardegna, nonostante il silenzio dei media, passa un referendum anticasta. Ancora grazie a Facebook?

La notizia della vittoria di Hollande arriva ben prima dell’edizione delle venti dei principali telegiornali, e tutti danno amplissima copertura all’evento con corrispondenze, commenti e testimonianze. Sembra un’altra epoca, in realtà era l’altro ieri, quella in cui la stampa italiana si occupava della politica estera solo in modo residuale, quasi come riempitivo di colore per evadere un po’ dalla solita solfa su democristiani e comunisti e dopo su berlusconiani e antiberlusconiani.

In questo caso il processo di sprovincializzazione dell’informazione è indotto e forzato: sempre di più in futuro quello che succede a Parigi e Berlino (e a Pechino e Nuova Delhi) potrebbe contare maggiormente di ciò che viene deciso a Roma. Ma in ogni caso ben venga questa tendenza, tra l’altro dalla politica degli altri (specialmente se si parla di francesi e tedeschi) abbiamo solo da imparare.

Nel frattempo dalle mie parti, immagino che pochi lo sappiano, si votava per un referendum “anticasta” che domandava ai cittadini sardi di eliminare le provincie di nuova istituzione (tra le più ridicole che la storia d’Italia ricordi), di dimezzare stipendi e numero dei consiglieri regionali e così via. Nonostante il silenzio quasi inverosimile della stampa locale e di tutti i partiti – che si son ben guardarti dallo schierarsi contro ma hanno chiaramente confidato sull’astensione – il quorum è stato miracolosamente raggiunto. Viene da pensare ancora una volta che senza Facebook e le impressionanti potenzialità del passaparola virtuale, la censura dei media di regime l’avrebbe di nuovo avuta vinta.

P.S. Il bravissimo Will di Non leggere questo blog segnala che ieri sera lo speciale Tg1, con tutto quello che accadeva in Europa e da noi con le amministrative, mandava in onda un reportage celebrativo su Gigi D’Alessio. Perché magari ci staremo anche un po’ sprovincializzando, ma il gusto del ridicolo non lo perdiamo mai.

(In alto: Hollande festeggia per la sua vittoria, fonte: infophoto).

Scritto da Style24.it Unit

Scrivi un commento

1000

Ilaria D'Amico sexy gambe da Fabio Volo in Diretta (Rai3): gallery

X Factor 2012 al via su Radio DeeJay

Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.