Helen Mirren a Io Donna: "I Cineasti? Sono tutti voyeur"

Tra poco la rivedremo sul grande schermo nei panni di Alma, la moglie di Alfred Hitchcock, noi di World Celebrities, nel frattempo, vi diamo una bella anteprima dell’intervista fatta a Helen Mirren da Io Donna.

“A 23 anni, era infelice e confusa. Provò con lo psicoanalista, poi cercò risposte da un cartomante. Che le consigliò di scrivere tutti i dettagli rivelati sul futuro, per non dimenticarli. Uscita da lì, stracciò i fogli: «Volevo che la mia vita fosse un’avventura e una sorpre-sa».

Un gesto che spiega molto di Helen Mirren e delle sue scelte mai scontate, da ragazza formatasi a Londra nei liberi anni ‘60: dall’elogio della non-maternità alla disinvoltura con il nudo alla “renitenza” al matrimonio… si è sposata per allegria solo nel 1997 in un castello scozzese con l’americanissimo Taylor Hackford: il regista di Ufficiale e Gentiluomo indossava addirittura il kilt.

In un hotel londinese per presentare Hitchcock – in cui impersona Alma, l’altra metà del Genio – non ha imparato un compitino a memoria. Anzi. “Non ho visto molti suoi film. Psycho lo ricordo soprattutto per il racconto di papà, uomo non incline all’esagerazione:l’aveva giudicato un’esperienza terrificante! Quand’ero una giovane attrice, Hitch faceva “vecchia scuola”. Non mi interessava. Sono stata stupida a non capire che maestro fosse… Del resto, non l’hanno capito in tanti, non gli hanno mai dato l’Oscar!” Facile calarsi in questo ruolo, visto che è moglie di un regista? Certo, conosco bene il soggetto… Quando scegli quel mestiere devi essere assolutamente ossessionato. Realizzare un film richiede tenacia, assorbimento totale. e tu non puoi essere il tipo di moglie che telefo- na (squittendo): «Ho preparato la cena, torna a casa». Ti devi limitare a: «Piove? Dannazione! Potete girare in interni?». Alma è stata costretta a mandar giù anche l’ossessione del consorte per le bionde. Ci sono varie tesi, io però credo che lui abbia davvero amato solo Ingrid Bergman. Che non è bionda, e che la stessa Alma amava. Comunque, i registi sono tutti voyeur. incluso mio marito, è la natura del loro lavoro.Si sente spesso ribadire che dietro ogni grande uomo c’è una grande donna.
Non dietro, a fianco. Una partnership energetica è ottima per la creatività, sia che un uomo supporti una donna sia viceversa.

Credits by Getty Images

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Primarie Pd Bersani-Renzi: vince ai punti il sindaco e la tv anche

Bon Jovi news: prima intervista (con sorrisi) dopo il dramma della figlia Stephanie Rose

Leggi anche
Contents.media