Notizie.it logo

Chi è Guido Baroni: curiosità e vita privata del fratello di Alex

guido baroni

Guido Baroni è il fratello dell'indimenticabile Alex, morto il 13 aprile 2002 dopo 25 giorni di coma. Cosa sappiamo di lui?

Guido Baroni è il fratello dell’indimenticabile Alex, morto il 13 aprile del 2002 dopo 25 giorni di coma. L’uomo è colui che in questi anni ha lottato con tutte le sue forze affinché le canzoni del familiare non finissero nel dimenticatoio ed è lo stesso che porta avanti un comitato in sua memoria.

Guido Baroni: chi è?

Guido Baroni, fratello di Alex, è stato ospite a Vieni da me e si è raccontato un po’ a Caterina Balivo. Il cantautore, con quale aveva un rapporto molto forte, è stato il perno della sua vita. In uno degli ultimi incontri prima dalle sua morte, avvenuta il 13 aprile del 2002, Guido ha rivelato che ha chiesto ad Alex se fosse felice della sua esistenza e lui gli ha risposto solo guardandolo negli occhi. Il loro era un legame difficile da spiegare a parole ed è proprio per questo che Guido tiene viva da ben 17 anni la memoria di suo fratello.

Dopo la perdita del cantante, l’uomo ha fondato un comitato in sua memoria che ha lo scopo di raccogliere fondi e organizzare eventi artistici di beneficenza. È stato sempre Guido a far uscire, dopo quel maledetto 13 aprile, una raccolta con tutti i brani di Alex intitolata “Semplicemente”. In apertura del disco, c’è proprio la voce del fratello che presenta la musica alla quale “Alex stava lavorando nella primavera della sua vita”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Vieni da me (@vienidamerai) in data: 9 Ott 2019 alle ore 7:09 PDT

La morte di Alex

Era il 19 marzo del 2002 ed Alex percorreva a bordo della sua moto la circonvallazione Clodia a Roma. Ad un certo punto, una macchina ha fatto un’inversione di marcia e l’ha colpito in pieno. Sbalzato dal suo mezzo, Baroni è stato investito da una seconda vettura che viaggiava a forte velocità. Il cantautore è apparso subito in condizioni gravissime, tanto che è arrivato in ospdale in coma irreversibile. Dopo 25 giorni di agonia, Alex è morto la mattina del 13 aprile dello stesso anno.

Guido, fin dalla sua morte, si è impegnato per non tenere vivo il nome di quello che veniva definito lo “Stevie Wonder della musica italiana”. La voce di brani che hanno fatto la storia come “Quello che voglio” e “Onde”, non a caso, è ancora trasmessa quotidianamente dalle maggiori emittenti radiofoniche. In merito all’incidente, nel giugno 2007, l’automobilista che aveva compiuto l’inversione è stato assolto. In questi 17 lunghi anni, Guido e Giorgia, ex fidanzata di Alex, hanno fatto di tutto per ricordarlo e sono state diverse le iniziative proposte da tanti altri artisti, come l’album-tributo intitolato “Alex”, in cui tanti volti noti del mondo della musica cantanno alcune delle sue canzoni più famose. Giorgia, inoltre, ha dedicato a Baroni numerosi brani, come “Gocce di memoria” o “Per sempre” e ogni anno, sia nel giorno del compleanno che in quello della sua morte, gli scrive delle dediche che sono da pelle d’oca.

Una di queste recita: “In quell’angolo deserto del cuore risuona l’eco delle tue parole, delle note di un tempo fermo immobile che non sente ragione e che niente vuol dimenticare, mai”.


© Riproduzione riservata
Fabrizia Volponi
Fabrizia Volponi nata ad Ascoli Piceno nel 1985. Laureata in "Scienze Storiche" e in "Scienze Religiose", sono da sempre appassionata di lettura e di scrittura. Divoro libri e li recensisco sul mio Blog Libri: medicina per il cuore e per la mente. Lasciatemi in una libreria, possibilmente piccolina e vintage, e sono la donna più contenta del mondo.
Leggi anche
  • ZumbaZumbaLa zumba è una nuova disciplina corporea, che è stata messa a punto negli anni novanta in Colombia, da un coreografo e ...