Grande Fratello e The Amazing Race: l'anti-Oscar e l'Oscar della tv

L’Emmy Awards 2011, oscar tv Usa, è andato per l’ottava volta su nove al reality The amazing race: visibile online, ma la tv italiana lo snobba

Mentre in Italia aspettiamo l’ennesimo pallosissimo Grande Fratello, The Amazing Race sbanca l’oscar della televisione americana, l’Emmy Awards 2011, come miglior reality show.

E’ l’ottava volta su nove da quando è stata creata la categoria, ma non c’è speranza di vedere questo format così celebrato in Italia.

Chi non avesse visto le repliche andate in onda da noi sul canale satellitare Adventure One nel 2005, su Rai 2 nel 2006 e su AXN, può spiare online il programma trasmesso dalla Cbs dal 2001 (video).

Wikipedia spiega qual’è il concept dell’appassionante gara:

Comunemente chiamato anche con l’abbreviazione TAR, è un reality show statunitense in cui squadre di due persone, legate da vari tipi di rapporti (amici, fratelli, fidanzati, coniugi) gareggiano in una corsa intorno al mondo.

I partecipanti competono per arrivare primi al Pit Stop collocato alla fine di ogni tappa della corsa in modo da vincere una serie di premi ed evitare di arrivare ultimi, cosa che potrebbe portare all’eliminazione dalla gara o ad una penalizzazione nella tappa successiva.

I concorrenti viaggiano in più nazioni, con vari mezzi: aereo, taxi, auto a noleggio, treno, autobus, nave, a piedi.

Ad ogni tappa vengono forniti degli indizi a ciascuna squadra, indicanti la destinazione successiva o una prova da superare, da uno solo dei componenti o da entrambi: le prove sono sempre collegate alla cultura e alle tradizioni del paese in cui si svolgono.

Le squadre vengono progressivamente eliminate fino all’ultima tappa, in cui la prima squadra ad arrivare al traguardo vince il premio finale pari a un milione di dollari.

Scritto da Style24.it Unit
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MacchèTv: ecco la nuova web TV indipendente

Larissa Riquelme nuda a Dancing with the stars: guarda foto e video

Leggi anche
Contents.media