Notizie.it logo

Francesca Barra aborto: “Una pancia vuota non è solo una pancia vuota”

Francesca Barra

Francesca Barra parla del periodo post aborto in un post lunghissimo che tocca il difficile tema della maternità mancata e delle sue conseguenze.

Francesca Barra ha scritto un lunghissimo post sul proprio profilo Instagram, raccontando per la prima volta del difficilissimo periodo che è seguito all’improvvisa interruzione della gravidanza. Nelle sue parole un messaggio di forza e di speranza diretto a tutte le donne che si sono trovate ad affrontare la prova durissima di un aborto e il compito di riprendere la propria vita in mano dopo quella terribile esperienza.

Francesca Barra: “Mesi duri all’inverosimile”

L’aborto è stata una prova enorme dal punto di vista fisico ed emotivo per Francesca Barra. che ha dovuto sopportare anche delle pesanti terapie ormonali che hanno enormemente influito sia sul suo corpo sia sulla sua emotività.

L’attrice e giornalista ha deciso di parlare a cuore aperto a tutte quelle donne che hanno sperimentato la sensazione di vivere in un corpo molto diverso da quello a cui erano abituate, raccontando il modo con cui ha voluto prendersi cura di sé e della propria stabilità emotiva prima ancora che della propria forma fisica:

Dopo la perdita del bambino avevo bisogno di riprendermi psicologicamente e non ero pronta ad occuparmi dello specchio e della bilancia. Non avrei mai riconosciuto questa me stessa e non mi sarei perdonata perché niente coincideva con la percezione che avevo di me. Che non vuol dire “magrezza”, sia chiaro. Tutto era cambiato dentro e fuori: capelli, unghie, pancia, dolori alla schiena, emotività. Un bambino non nato, non è entità. Ma un bambino che è cresciuto con te, che hai visto muoversi, respirare, a cui hai visto il cuore battere. E una pancia vuota, non è solo una pancia vuota. Ma è la tua pancia senza di lui.

La chiusura del messaggio riprende e conclude il tema della percezione del corpo femminile e dello spasmodico bisogno delle donne di aderire a modelli proposti dalla pubblicità e dai media:

È arrivato il momento di ribellarsi e dire la verità. Basta immagini artefatte, opere chirurgiche che deformano perché alla ricerca di ideali finti. Basta spot con bibitoni miracolosi, Photoshop, chirurgia sulle ragazze così giovani! Per essere in forma ci vuole pazienza, impegno, serenità e sforzo. Le scorciatoie, da sole, non funzionano.
E poi circondatevi di persone con l’anima bella.

Preservare i bambini dalla tristezza

Il bambino che non è mai venuto al mondo sarebbe stato il terzo figlio per Francesca Barra.

La giornalista ha attualmente due figli, Emma e Renato, nati dall’unione con Marcello Molfino, che si è conclusa nel 2016. Una delle preoccupazioni fondamentali di Francesca era impedire che un momento di tristezza così profondo non influisse in maniera negativa sulla serenità e sulla felicità di Emma e Renato.

Siamo sopravvissuti senza tata per 4 mesi, come fanno tanti genitori che hanno tutta la mia solidarietà, con i bimbi che devi preservare dalla tristezza, anzi! E che hanno diverse esigenze: orari differenti, attività da una parte all’altra della città. Abbiamo trasformato il nostro problema in un’opportunità per misurarci con una nuova sfida. […] Non seppellirò mai questa fase di vita, ma camminerò a testa alta sapendo che la forza che abbiamo noi donne è infinitamente più grande dei ritocchi e della superficialità che vogliono imporre.

Parallelamente alla propria rinascita emotiva e fisica, Francesca Barra ha lavorato a quattro mani con Claudio Santamaria per dare alle stampe il loro primo libro di coppia. Inoltre, i due hanno partecipato al Festival di Venezia e sono arrivati in laguna più innamorati che mai.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Olga Luce
Olga Luce, nata a Napoli nel 1982, è diplomata al liceo classico. Scrive di cronaca, costume e spettacolo dal 2014. Il suo motto è: il gossip è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo (quindi tanto vale farlo bene)! Ha collaborato con Donnaglamour, Notizie.it e DiLei. Oggi scrive per Style24.
Leggi anche